Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


PLUMCAKE ALL’UVA BIANCA E MANDORLE

  • ottobre 12, 2021
  • by
  • Difficoltà:
  • Quantità:
  • Tempo di preparazione: 40 minuti
  • Tempo di cottura: 55 minuti
  • Misura stampo: 22x15

  • L’uva quest’anno è davvero buonissima in ogni sua varietà, consistenza e colore. La mia preferita rimane sempre la Pizzutella super croccante e chiara che devo prendere rigorosamente senza semi altrimenti i miei bimbi… chi li sente!?!? Tra l’altro anche da loro molto apprezzata da sempre.

    E così complice una giornata un pò pigra, di quelle che vanno al rallentatore non si sa bene il perché, ho deceso di farci anche un ricco dolce da credenza. Un plumcake di quelli con la P maiuscola, super alti e con la spaccatura in mezzo che si crea in cottura e che a me fa impazzire! La consistenza è compatta e non umida ma asciutta e leggera, proprio come i classici plumcake da inzuppo che ben trattengono il latte da inzuppo o qualsiasi altro liquido si voglia.

    Ho pensato che il connubio perfetto fosse la mandorla così delicata ed elegante, ha difatti dato croccantezza e fatto spiccare il sapore del dolce andando a completarlo. Molto semplice e veloce, una procedura da protocollo ma che da massima soddisfazione e appagamento quando ci si siede alla mattina a colazione o si offre ai propri bimbi per merenda!

    Provate e mi direte se anche a voi piace tanto quanto è stato apprezzato da noi!

    Buonissima preparazione con… DOLCEZZA!!!


    • 220 gr di farina 0
    • 50 gr di farina di mandorle (io Koro)
    • 120 gr di yogurt greco bianco
    • 60 gr di olio di semi di girasole
    • 3 uova
    • 140 gr di zucchero semolato bianco
    • 200 gr di uva bianca senza semi e matura
    • 40 gr di mandorle con buccia
    • 1 bustina di lievito
    • 1 pizzico di sale
    • 30 gr di mandorle con buccia per il decoro in superficie
    • amaretti da sbriciolare qb per il decoro in superficie

    1. Mettete a disposizione tutti gli ingredienti, lavate e asciugare l’uva e i chicchi più grossi tagliateli a metà. Con un coltello sminuzzate le mandorle non troppo finemente. 
    2. Nel boccale della planetaria montate con le fruste alla massima velocità le uova con lo zucchero fino ad avere una massa spumosa e chiara. 
    3. Alternate poi l’olio a filo e lo yogurt greco a cucchiaiate abbassando a media velocità. 
    4. Inserite a cucchiaiate la farina con il lievito setacciato, seguita dalla farina di mandorle e il pizzico di sale. 
    5. Terminate con le mandorle sminuzzate a bassa velocità. Togliete il boccale dalla planetaria, inserite l’uva e mescolatela all’impasto con una spatola a mano. 
    6. Imburrate ed infarinate lo stampo da plumcake, versate l’impasto e livellatelo. Coprite la superficie con le mandorle e gli amaretti sbriciolati. 
    7. Cuocete in modalità statica a 180° nella parte più bassa del forno per 50/55 minuti, avvaletevi sempre della prova stecchino. Se dopo i 45″ si colora troppo la parte superiore del plumcake copritelo con la carta alluminio fino al termine della cottura.

    • Conservatelo sotto una campana di vetro.
    • Consumatelo nel giro di 4/5 giorni
    • Potete usare della frutta secca differente e volendo anche dell’uva rosata, l’importante è che non sia troppo croccante e acerba.


    “Un’accoppiata vincente
    e extra golosa!

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×