Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


TORTA MORBIDA ALLE ALBICOCCHE E NOCCIOLE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 45 minuti
  • Tempo di cottura: 60 minuti
  • Misura stampo: 20 cm

  • E’ proprio così, in qualsiasi stagione dell’anno io sia e a prescindere dalle condizioni climatiche, desidero sempre per colazione sofficità e morbidezza, una coccola da gustarmi il mattino presto quando in casa regna ancora il silenzio e sono da sola di fronte al mio inseparabile tazzone di latte e caffè. Ho sempre avuto questa abitudine fin da piccola e per me è davvero sacrosanta. E’ una delle poche cose che desidero sempre e alla quale non penso di aver mai rinunciato, un rito praticamente. Credo che nemmeno in Polinesia, in Africa o alle Maldive con 50 gradi all’ombra io abbia mai mangiato yogurt e frutta fresca a colazione 🙂 (diciamo che quelli magari arrivavano a mattinata inoltrata ecco, e lì molto graditi:)).

    Adesso ci avviciniamo alla piena estate, anche se le temperature non lo direbbero mica (o almeno qui da noi) e mi piace per colazione avere un bel dolce soffice unito a della frutta stagionale. In questo caso ho voluto preparare io della confettura di albicocche e farcire la mia torta, una vera delizia. Ho aggiunto poi le mie amate nocciole e in superficie ne ho messo delle albicocche tagliate a fettine. Una vera bontà che potete replicare con tantissima frutta stagionale.

    Un impasto anti affondo che rimane di una morbidezza davvero incredibile. Delizierà le vostre mattine primaverili ed estive ma non solo, è un dolce a tutti gli effetti da portare ad amici per il post cena e diventa una merenda sana e super gradita anche per i più piccoli.

    Provatela e vi stupirà, grembiule allacciato e si parte con tanta… DOLCEZZA!!!


    PER LA CONFETTURA DI ALBICOCCHE:

    • 470 gr di albicocche già denocciolate (circa 6 grandi)
    • 60 gr di zucchero bianco
    • 1 cucchiaio colmo di succo di limone

    PER L’IMPASTO:

    • 180 gr di farina di monococco (oppure 00)
    • 70 gr di farina di nocciole
    • 150 gr di zucchero bianco finissimo
    • 150 gr di burro morbido
    • 2 uova intere di medie dimensioni
    • 1 tuorlo grande
    • 8 gr di lievito
    • 1 pizzico di sale

    PER IL RIPIENO E LA DECORAZIONE:

    • 40 gr di nocciole intere
    • 2 albicocche
    • marmellata q.b. precedentemente preparata
    • zucchero di canna q.b.

    1. Cominciate la preparazione con la confettura di albicocche: lavatele, denocciolate e tagliatele in piccoli pezzi. Mettetele in un tegame capiente insieme allo zucchero e al succo di limone. Fate sciogliere lo zucchero e proseguite la cottura per 10 minuti, fino a quando la frutta si sarà spappolata e la confettura risulti piuttosto cremosa. Lasciatela riposare 10 minuti poi versatela in una ciotola capiente, copritela con della pellicola trasparente a contatto e riponetela in frizzer in modo da farla intiepidire in tempi veloci.
    2. Riducete le nocciole in piccoli pezzi e alcuni solo a metà, lasciateli in parte per quando occorreranno. 
    3. Sbattete con una forchetta le uova, leggermente. Mischiate le due farine insieme allo zucchero, al pizzico di sale e al lievito.
    4. Nel boccale della planetaria inserite il composto secco e aggiungete a filo le uova, fate ben mescolare il tutto con il gancio a foglia. Quando si è incorporato aggiungete in più riprese il burro morbido a pezzetti. Spegnete appena vedete una crema liscia e omogenea. 
    5. Bagnate, strizzate e asciugate un foglio di carta forno e foderate la vostra tortiera dai bordi alti. Dividete il composto in due parti uguali. Versate e livellate una delle due parti con l’aiuto di una spatolina o di un cucchiaio. 
    6. Distribuite la marmellata di albicocche ormai diventata tiepida stando un po’ staccati dal bordo, metteteci sopra la metà delle nocciole in pezzi che avete a disposizione.
    7. Versate il composto restante e livellatelo per bene sigillando i bordi con cura. Tagliate le albicocche rimaste e distribuitele a raggiera sulla superficie della torta, cospargetela con zucchero di canna e con le nocciole rimaste. 
    8. Cuocete in forno statico preriscaldato per 60 minuti a 180° ponendo la teglia nella parte poco più sotto la metà forno. Trascorsi i primi 45 minuti coprite con un foglio di alluminio la torta per non farla scurire troppo e finite la cottura. Avvaletevi sempre della prova stecchino.

    • Conservate la torta sotto una campana di vetro e lontana da umidità e caldo.
    • Si mantiene umida e soffice per parecchi giorni ma consumatela entro 3 giorni essendoci della frutta in superficie.
    • Giocate con i sapori che preferite di più, ottima con le pesche ma anche con lamponi o fragole.


    “Perché anche in estate si desidera morbidezza
    e dolcezza per colazione (e non solo)

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×