Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


TORTINE SARACENE DI FICHI FRULLATI E BRAULIO (amaro alle erbe)

  • settembre 14, 2021
  • by
  • Difficoltà:
  • Quantità: 10 persone
  • Tempo di preparazione: 1ora
  • Tempo di cottura: 50 minuti
  • Misura stampo: 22/24 cm

  • Quando sì ha voglia di una torta sì, ma più sfiziosa, più accattivante e golosa.
    Quando l’idea è quella della monoporzione e non della fetta tagliata.
    Quando si vuole semplicità, ma con l’effetto WOW.
    Quando si balena in testa qualcosa di scenico e raffinato da presentare ma che sia anche super buono e profumatissimo.

    TA-DAAAAA !!!! Della serie, “MELESTUDIOTUTTE” 🙂 ma così facendo ho ottenuto ciò che frullava nella mia testa combinando due ingredienti semplici in una torta altrettanto facile, ma arricchendola a livello visivo e gustativo ed infine, la monoporzione che immaginavo da presentare singolarmente ai miei ospiti.

    La dolcezza dei fichi di stagione combinati al buonissimo profumo di erbe aromatiche di un amaro diffusissimo nella mia zona, che esplode in tutti i suoi sentori durante la cottura e persiste una volta terminata. La nota rustica del grano saraceno nell’impasto ed infine una semplice ganache che però arricchisce e sposa perfettamente un dessert a tutti gli effetti.

    Come stupire con semplicità!

    Io non me la farei proprio scappare!!! Buonissima preparazione con… DOLCEZZA!!! 

     


    PER LA TORTA:

    • 220 gr di farina 00
    • 80 gr di farina di grano saraceno
    • 100 gr di fecola
    • 140 gr di olio di semi di girasole
    • 120 gr di zucchero di canna extrafine (va bene anche a velo)
    • 50 gr di miele al limone (oppure di acacia/millefiori)
    • 2 uova medie intere (a pasta gialla)
    • 120 gr di latte intero fresco
    • 80 gr di Braulio Riserva (o altro amaro alle erbe)
    • 100 gr di fichi al netto degli scarti
    • 1 bustina di lievito

    PER LA GANACHE:

    • 150 gr di cioccolato fondente all’82% di cacao
    • 50 gr di panna fresca

    PER IL DECORO:

    • 4/5 fichi freschi
    • amaretti da sbriciolare qb

    1. Pulite i fichi e riduceteli in polpa, devono essere molto maturi. 
    2. Sciogliete in un tegamino tutto lo zucchero e il miele con metà quantità del latte che avete a disposizione a fiamma media. Togliete dal fuoco e fate sciogliere anche l’olio di semi.  Terminate con l’ultima metà di latte amalgamando bene. Versate in una ciotola, coprite con pellicola trasparente e ponete in frigo.  
    3. Mischiate le due farine insieme alla fecola e al lievito setacciati.  
    4. Montate le uova in planetaria alla massima velocità per 6-8 minuti e quando risulteranno gonfie e chiare aggiungete a cucchiaiate il mix di farine alternate al composto di liquido che avevate riposto in frigorifero. Terminate con il Braulio a filo, risulterà un impasto liscio e corposo.  
    5. Imburrate ed infarinate lo stampo della torta e preriscaldate il forno a 180° in modalità statica.
    6. Cuocete la torta per 45 minuti nella parte poco più sotto la metà forno, fate la prova stecchino sul bordo. Sformatela solo da fredda.
    7. Prendete dei coppa pasta Di circa 8/10cm di diametro e formate le vostre tortine.
    8. A torta fredda preparate la ganache: mettete le gocce di cioccolato a far sciogliere a microonde o a bagnomaria. Portate a sfiorare il bollore la panna e quando le gocce saranno ben sciolte versatela sopra e girate fino a formarne una crema densa. Girate per una decina di minuti di tanto in tanto per intiepidirla.
    9. Versate qualche cucchiaino di ganache sopra le tortine e con una piccola spatolina distribuitela e livellatela uniformemente, facendone scendere un pò in verticale. Decorate con i fichi freschi e qualche amaretto sbriciolato.

    • Se tenete le tortine a temperatura ambiente consumatele entro 36 ore (per via della ganache). Se le ponete in frigo entro 4 giorni, avendo l’accortezza di servirle dopo 30″ di fuori frigo.
    • Copritele con una compana di vetro, se in frigo anche con un foglio di alluminio.
    • Se siete di corsa e non volete fare la ganache potete optare per una crema fondente con pochi zuccheri aggiunti e che si spalmi con facilità.
    • I pezzetti della torta coppata che avanzano sono buonissimi da soli, inzuppati nel latte o, se li passate sbriciolati sotto il grill del forno per qualche minuto, si trasformano in un crumble da utilizzare per decorare tante ricettine.


    “Un mix delizioso e
    dal profumo aromatico

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×