Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


BISCOTTI SARACENI – Gluten Free

  • febbraio 20, 2022
  • by
  • Difficoltà:
  • Quantità: 25 biscotti doppi circa (50 senza farcitura interna)
  • Tempo di preparazione: 1 ora e mezza + riposo della frolla
  • Tempo di cottura: 15/18 minuti
  • Misura stampo: ---

  • Mi piace tantissimo la consistenza e il gusto del grano saraceno, nella nostra zona è anche molto usato e abbiamo parecchie ricette della tradizione in cui è presente. Moltissime sono per lo più Valtellinesi ma anche noi del Lecchese le abbiamo adottate e fanno parte del quotidiano. Basta pensare alla polenta ad esempio, è quasi sempre con il grano saraceno, ùncia, morbida e ricca di formaggi di grotta. Oppure alla classica crostata Valtellinese con marmellata ai mirtilli e così via.

    Non per tutte le cose è una farina facilmente lavorabile essendo scomposta, a livello tattile molto granulosa e spessa, priva di glutine. Ma vi assicuro che con poche accortezze si riesce a gestire egregiamente.

    Questa frolla penso sia una delle più buone tentate nei diversi anni, ogni volta cambio di poco qualcosa e a questo giro la sua consistenza era perfetta. E per perfetta io intendo che deve essere indistruttibile  nel momento in cui la si stende e la si forma. Con questa base potrete fare anche un crostata ad esempio, vi assicuro che non vi si romperà tra le mani nel momento in cui dovrete adagiarla nello stampo. Asciutta, elastica, leggera, buonissima.

    A me piace più della classica pasta frolla, ve lo giuro. Questi sono i sapori che più amo in generale, ma ormai lo sapete! Per chi non è celiaco ovviamente può sostituire la farina di riso con una classica 00, ma vi assicuro che è più buona cosi! Provate e mi direte!

    Buonissima preparazione con… DOLCEZZA!!!


    • 220 gr farina di grano saraceno
    • 100 gr di farina di riso (o 00 se non celiaci)
    • 140 gr di burro freddissimo
    • 140 gr di zucchero di canna finissimo (io Eridania)
    • 1 tuorlo grande (tenete in parte l’albume che potrebbe volercene un paio di cucchiaini)
    • 1 pizzico di sale
    • 150 gr di marmellata di more di rovo per farcire

    1. Potete lavorare la frolla sia a mano che con la planetaria con il gancio a foglia. L’importante è che burro e tuorlo siano belli freddi e non scaldiate a lungo l’impasto, quindi velocità.
    2. In una ciotola inserite e mischiate le due farine con il burro freddo e il pizzico di sale. Lavorate fino ad avere una consistenza sabbiata, sgranata e poi aggiungete lo zucchero di canna fine. Giratelo bene e infine terminate con il tuorlo fino a ben compattare il tutto. 
    3. Se vedete che il panetto tende a non unirsi per bene in grossi pezzi allora aggiungete un paio di cucchiaini di albume e vedrete che legherà subito. Se il tuorlo è di grandi dimensioni non dovrebbe comunque succedere, ma molto dipende spesso anche dalla qualità di assorbimento delle farine. 
    4. Mettete la vostra frolla su di un piano poco infarinato e stendetela già abbastanza sottile, a circa 2 cm, avvolgetela con pellicola trasparente e fatela riposare in frigo per un’oretta.
    5. A questo punto stendetela molto fine, a circa 3mm se volete farcire i biscotti con crema o marmellata. Se invece li volete come un frollino potete dare loro un spessore più alto e rustica da 5/6mm. 
    6. Se li farcite praticate per metà di essi un foro centrale e adagiateli su di una teglia ricoperta da carta forno, non necessaria se usate le teglie di alluminio microforate. Ponete le teglie in frigo per 30 minuti e pre-riscaldate il forno a 180° in modalità statica.
    7. Cuocete i biscotti per circa 15/18 minuti se optate per gli occhi di bue farciti. Invece per 20/22 minuti per i frollini più spessi.
    8. Lasciateli raffreddare e mettete in biscottiera oppure farcite a piacimento. Io ho usato diverse marmellate ma quella più adatta a questo tipo di biscotto è sicuramente la Mora di Rovo, oppure anche quella ai Mirtilli neri.

    • Conservate i biscotti in un contenitore ermetico o in una semplice biscottiera.
    • Si conservano davvero a lungo mantenendone la fragranza iniziale.


    “Una frolla rustica e dalla
    consistenza perfetta, vi stupirà!

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi

    ALTRE DELIZIE

    I MANDOCCINI

    I MANDOCCINI

    gennaio 22, 2022
    BISCOTTI NATALIZI BICOLORE

    BISCOTTI NATALIZI BICOLORE

    dicembre 20, 2021
    CARBONCINI DELLA BEFANA

    CARBONCINI DELLA BEFANA

    dicembre 07, 2021

    CERCA IN ORDINE ALFABETICO

    B C D E F G L M P r S T V
    ×