Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CROSTATA AL PISTACCHIO CON CONFETTURA DI ARANCIA E GANACHE FONDENTE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 1 ora più i riposi
  • Tempo di cottura: 25 minuti
  • Misura stampo: 20 cm

  • Questa crostata con la frolla al pistacchio entra ufficialmente nelle mie preferite. L’ ho fatta con diversa frutta secca ma questa proprio mi mancava e, che rivelazione stupefacente! Un sapore davvero unico e speciale, felice di averne fatta in più per ricavare splendidi biscottini da gustare in ogni momento della giornata. Super versatile per diverse farciture e avvolgente come solo la frolla sa essere.

    Per questa preparazione ho usato gli anelli in acciaio microforati per avere una forma perfetta, una crostata moderna come quelle che si acquistano in pasticceria. I riposi sono parecchi perché deve essere freddissima per avere un risultato eccellente, ve li mostrerò passo dopo passo ma non spaventatevi, la stessa preparazione la potete fare utilizzando il vostro stampo da crostata normalissimo.

    Con le quantità che vi indicherò potrete creare un crostata da 24 cm oppure, come ho voluto fare io, da 20 cm per avere anche un po’ di biscottini (che mi sono serviti anche per il decoro).

    Sarà un successone e ve ne innamorerete, è ideale per stupire gli ospiti con un dessert irresistibile da fine cena, goloso e piacevole accompagnato da un buon caffè o vin santo.

    Una frolla particolare e insolita che accoglie davvero svariate creme o composte, c’è davvero da sbizzarrirsi. Buonissima preparazione pistacchiosa con immensa… DOLCEZZA!


    PER LA FROLLA:

    • 360 gr di farina 00 (Forza W debole)
    • 45 gr di farina di pistacchio (io ho fatto il 10% sul totale della farina ma potete arrivare fino al 20%)
    • 150 gr di burro bavarese freddo (o comunque a pasta gialla)
    • 135 gr di zucchero a velo
    • 65 gr di uovo intero
    • 1 pizzico di sale
    • burro a crema q.b. per imburrare l’anello

    PER LA FARCIA:

    • 80 gr di marmellata di arance amare
    • 250 gr di cioccolato fondente al 64%
    • 120 gr di panna liquida

    PER IL DECORO:

    • Granella di pistacchi q.b.
    • Piccoli amaretti o meringhette q.b.
    • Biscottini di frolla q.b.

    1. Preparate la frolla: lavorate la farina con il burro freddo tagliato in piccoli pezzi fino a sabbiatura. Aggiungete lo zucchero e girate bene, proseguite con la farina di pistacchio e mischiatela. Versate nel centro l’uovo leggermente sbattuto e lavorate velocemente con mani ben fredde il tutto fino ad ottenere il panetto di frolla. Ponetelo in frigorifero almeno 3 ore leggermente appiattito e coperto da pellicola trasparente (io per la notte intera). 
    2. Trascorso il tempo di riposo stendetela dopo averla lasciata pochi minuti a temperatura ambiente. La dovete tirare a 0,3 mm, al massimo a 0,5 mm. Io l’ho tirata allo 0,5 perché l’ho voluta fare piccola e visivamente la preferisco (quando uso un anello da 24 cm invece la tiro allo 0,3). Con l’anello d’acciaio date la forma della base e ricavate due striscione dall’altezza più alta rispetto al bordo dell’anello (l’eccesso viene eliminato successivamente). Ponete in frigorifero per 24 ore.
    3. Trascorso il giorno di raffreddamento imburrate leggermente l’anello con del burro morbido, a pomata. 
    4. Prendete una placca del forno e posizionate l’apposito tappetino, appoggiateci sopra l’anello e adagiate delicatamente il disco di frolla alla base facendolo bel aderire lungo tutta la circonferenza. Proseguite con le fettuccine facendo ben aderire anche loro lungo tutto il bordo. 
    5. Con un coltellino liscio eliminate gli eccessi dall’interno verso l’esterno e non viceversa in modo da mantenere le fettucce aderenti al bordo. 
    6. Mettete a riposare così come è in frigorifero per altre 6/8 ore oppure un’ora in frizzer. 
    7. Con la frolla che vi rimarrà ricavate dei biscottini della forma preferita. 
    8. Riscaldate il forno a 180° e cuocete in modalità statica la crostata per 25 minuti, fino a doratura, ponendo la teglia nella parte inferiore. I biscotti invece cuociono nel giro di 12-14 minuti. Non c’è bisogno di bucherellarla o mettere pesi, il riposo in frigo non la farà gonfiare in cottura.
    9. Lasciate raffreddare e preparate la ganache: portate la panna a sfiorare il bollore in un pentolino antiaderente, toglietelo dal fuoco e aggiungete il cioccolato ridotto a scaglie. Girate velocemente con una frusta a mano, non ci devono essere grumi. Fatela intiepidire girandola di tanto in tanto.
    10.  Composizione: sulla base della crostata distribuite la marmellata uniformemente per poi versar sopra la vostra ganache, livellatela con dei colpetti senza usare attrezzature per avere un effetto perfettamente liscio. 
    11. Lasciate solidificare a temperatura ambiente la ganache e poi decorate a piacimento la vostra frolla con dei biscottini, granella di pistacchio e amaretti sbriciolati e/o interi. 

    • Conservate la crostata in luogo asciutto e coperta da una campana di vetro.
    • Consumatela nel giro di tre giorni.
    • Potete drasticamente diminuire i tempi con i riposi in frizzer se avete fretta, ma se non l’avete è molto meglio il riposo in frigo.
    • Abbinate la vostra marmellata preferita alla ganache oppure riempite il guscio come meglio preferite, c’è da sbizzarrirsi!


    “Una crostata raffinata ed elegante

    per un dessert speciale a tutti gli effetti”

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×