Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


PANE PITA

  • marzo 08, 2021
  • by
  • Difficoltà:
  • Quantità: 8 panini
  • Tempo di preparazione: 8-9 ore totali
  • Tempo di cottura: 8 minuti circa
  • Misura stampo: ---

  • Il Pane Pita. Ma che buono! Facile, veloce e sfizioso da matti!!! Quando manca la mia amata pagnotta lui è la soluzione ideale per portare in tavola alla sera del pane home-made con preparazione in giornata.

    Le sue origini. La sua preparazione risale a più di quattromila anni fa quando in Mesopotamia si preparava un impasto che risultasse basso e schiacciato, privo di mollica e ideale per essere farcito grazie al suo effetto palloncino. Questa ricetta arrivò fino in Grecia con il nome di Pita e da lì la sua diffusione per tutto il resto del mediterraneo. Conosciuto anche come pane Arabo, davvero molto simile al Pita e diventato anche il pane Turco per eccellenza, il famoso Kebab da farcire con carne sfilacciata.

    Noi abbiamo fatto una specie di Pina Party molto Made in Italy 🙂 I bimbi lo hanno farcito con prosciutto cotto e fontina. Noi abbiamo variato moltissimo con tanti salumi, verdure e formaggi. Il mio preferito è stato quello con cipolle caramellate, raclette e speck.

    Provatelo e ne rimarrete entusiasti e soddisfatti, vi consiglio di mangiarlo appena sfornato e caldo, da il meglio di se nella consistenza e nel profumo. Altrimenti congelatelo senza far passare le 24 ore. Basta poi tirarlo fuori frizzer un paio di ore prima e scaldarlo leggermente in forno a bassa temperatura.

    Buonissima preparazione con… DOLCEZZA!!!


    DOSI PER 8 PANINI:

    • 550 gr di farina debole (180W)
    • 308 gr di acqua (56%)
    • 110 gr di Licoli (20%)
    • 22 gr di Olio EVO (4%)
    • 11 gr di sale (2%)

    In caso di utilizzo di lievito di birra: sostituire il Licoli con 5 gr di LDB e aumentate l’acqua a 360gr


    1. Rinfrescate il vostro lievito e usatelo al raddoppio.
    2. Mettete in impastatrice o in planetaria le farine e l’acqua e impastate fino a compattare i due ingredienti. Unite il Licoli e portate a incordatura. Proseguite con olio a fine ed infine con il sale. Il panetto dovrà essere liscio e incordato. Se utilizzate il LDB scioglietelo bene in acqua e procedete sempre nella stessa maniera.
    3. Mettetelo su banco ed eseguite una semplice piega (video tutorial su IG), pirlatelo leggermente e ponetelo in una ciotola e mettetelo a 26° costanti per 45 minuti. 
    4. Proseguite con lo staglio: 8 pezzi da circa 130 gr ciascuno. Leggere pieghe e pirlatura per formare delle palline. Ponetele distanziate su una teglia rivestita da carta forno e copritele con una pellicola trasparente. Fare lievitare fino al raddoppio che sarà visibile agli occhi. Io ho messo in cella di lievitazione a 27° per 5 ore. 
    5. Preriscaldate il forno a 250° in modalità statica per 20 minuti con già la pietra refrattaria all’interno (se non l’avete usate la teglia in dotazione rivestita da carta forno). Stendete i panetti a 4-5mm, non fateli troppo sottili altrimenti non riusciranno a gonfiarsi in cottura in maniera omogenea. 
    6. Infornateli appena stesi, per cui aspettate a stendere i successivi fino a che non sfornate quelli in cottura. Cuoceteli per 7/8 minuti, si devono leggerissimamente dorare, una cosa minima. Consumateli subito, preferibilmente.

    • Conservateli in sacchetti di pane di carte oppure in sacchetti ermetici.
    • Consumateli nelle 24 ore, diversamente congelateli una volta raffreddati.
    • Da frizzer: 2 ore a temperatura ambiente + 10 minuti in forno ventilato a 140°.


    “Sfizioso e leggero,
    un pane amato da tutti

    Ci vuole dolcezza

    Magda

     

    Condividi

    ALTRE DELIZIE

    PANCARRE’ AL POMODORO

    PANCARRE’ AL POMODORO

    giugno 12, 2024
    GARLIC BUTTER BREAD

    GARLIC BUTTER BREAD

    maggio 04, 2024

    CERCA IN ORDINE ALFABETICO

    B C D E F G L M P r S T V
    ×