Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


GLI SBRISOLOTTI

  • gennaio 24, 2021
  • by
  • Difficoltà:
  • Quantità: 20 biscotti grandi
  • Tempo di preparazione: 1 ora
  • Tempo di cottura: 20-22 minuti
  • Misura stampo: Coppapasta da 7-8 cm

  • Prima di tutto: voi dite Sbriciolata o Sbrisolona?!?! Perchè io l’ho sempre chiamata con il secondo termine fin da quando son piccina e lo trovo anche più legato alla tradizione. Sbiciolata mi da di più freddo diciamo, commerciale. E nulla, parentesi chiusa, ma sono proprio curiosa. Fatemi sapere 😉

    Detto ciò, vi presento i miei Sbrisolotti. Si erano palesati da diversi giorni nel mio immaginario, amante della torta per la sua consistenza rugosa e croccante data dalle briciole in superficie e dall’alto tasso di burrosità. Ma questo tipo di preparazione DEVE essere così, altrimenti non ti porterà mai indietro con il tempo e nei ricordi. Quando le nonne e le mamme le preparavano con stampi di fortuna che si trovavano in casa, con i fondi dei sacchetti di farina e con l’unico uovo rimasto che non compattava a sufficienza per fare una vera e propria frolla ma si formavano queste briciole di consistenza ancora più invitante e appagante per il palato. Quando la si farciva con “quel che rimaneva”, dalla pere troppo mature ridotte in confettura, dalle mele ammaccate per non buttarle, alla frutta secca e tanto tanto altro.

    Per la sua semplicità rimane, da sempre, una delle mie torte preferite. E da qui l’idea di farci anche dei biscotti, semplici e golosi che piacciono davvero a tutti! Me li hanno spazzati via in men che non si dica difatti, come me difatti i miei ometti di casa amano gusti basici e genuini nei dolci.

    Croccanti fuori e morbidi dentro, la consistenza perfetta per il biscotto più buon che c’è! Arricchito all’interno con della marmellata di pesche, proprio come una vera e propria sbrisolona in versione mini. Io ho messo anche delle mandorle a lamelle nell’impasto per un gusto ancora più speciale.

    Provare per credere, buona preparazione a tutti voi con… DOLCEZZA!!!


    • 150 gr di farina 1
    • 200 gr di farina 00
    • 60 gr di farina di mandorle
    • 180 gr di zucchero
    • 180 gr di burro bavarese
    • 1 uovo grande
    • 100 gr di mandorle con la pelle
    • 1 pizzico di sale
    • 10 gr di lievito
    • 130 gr di marmellata di pesche

    1. In una grande ciotola mixate le farine, lo zucchero, il lievito setacciato e il pizzico di sale. Aggiungete il burro freddo e tagliato a pezzettini e lavorate con la punta delle dita fino a sbriciolare il tutto. 
    2. Aggiungete l’uovo intero e lavorate il tutto creando grossolane briciole di frolla. Aggiungete le mandorle tagliate in precedenza a lamella e giratele nella sbrisolona. Coprire con pellicola e mettete in frigorifero per 30 minuti. 
    3. Foderate due teglie con della carta forno. Adagiate sopra di essa il coppapasta e riempitelo con due cucchiai di briciole. Compattatelo a disco e distribuite due cucchiaini di marmellata, rimanendo un pò distanti dal bordo. Coprite col due cucchiai di briciole e sfilate delicatamente il coppapasta. Mettete in frigo le teglie per 30 minuti. 
    4. Preriscaldate in modalità statica il forno a 180° e cuocete gli sbrisolotti nella parte bassa per 20-22 minuti, fino alla giusta doratura. Fateli raffreddare prima di consumarli. 

    • Mantengono la loro fragranza a lungo, ma vi assicuro che dureranno troppo poco per testare la cosa.
    • Conservateli in una biscottiera o sotto di una campana di vetro.
    • Giocate sui vostri gusti preferiti, le noci al posto delle mandorle ad esempio. Oppure una marmellata di fragole invece di quella alle pesche. Sono molto versatili.


    “Un biscotto che si crede
    una sbrisolona

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×