Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


PAN CIAMBELLA AI DUE CEREALI, ALLE DUE NOCI E MIELE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 10 persone
  • Tempo di preparazione: 30 minuti
  • Tempo di cottura: 45 minuti
  • Misura stampo: 24 cm

  • Avevo voglia di un dolce da colazione rustico, con farine poco raffinate, volevo sentire la rusticità dell’integrale che amo tanto, lo volevo poco zuccherato ma di carattere, volevo ingredienti che amo e qualcosa che lo profumasse… ho messo insieme tutto ciò che la mia mente e la mia gola voleva e ho tirato fuori questo Pan Ciambella, volutamente da me così battezzato perché ricorda esternamente la ruvidità del pane e internamente la fragranza mista a morbidezza della ciambella.

    Ne sono rimasta non soddisfatta, di più! Felicissima del mio esperimento ben riuscito, l’ho sostituita per diverse mattine a colazione al pane tostato o alle fette biscottate alternandola con un velo di marmellata o miele. Sono quelle preparazioni nate di istinto e che rifarò dozzine di volte sicuramente.

    Se amate i sapori semplici, naturali, poco dolci e rustici come me vi consiglio vivamente di provarla perché diventerà vostra fedele amica ogni mattina. Le due noci danno gusto alla ciambella e la rendono energica, il miele di acacia le conferisce un profumo incredibile (in cottura perde parte delle sue alte proprietà a livello nutrizionale ma conferisce appunto questo profumo eccezionale).

    Date ascolto alla sottoscritta e vedrete che non ve ne pentirete, è un Pan Ciambella davvero squisito in ogni sua parte. Buonissima preparazione a tutti con tanta… DOLCEZZA!


    • 170 gr di farina semintegrale
    • 100 gr di farina di farro
    • 80 gr di fecola di patate
    • 160 gr di miele di acacia liquido
    • 3 uova intere di medie dimensioni (temperatura ambiente)
    • 100 gr di latte di mandorla
    • 180 gr di olio di semi di girasole
    • 60 gr di noci
    • 40 gr di noci Pecan
    • 1 bustina di cremortartaro
    • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio per dolci
    • 1 pizzico di sale

    1. Nel boccale della planetaria inserite il miele e le uova e fate lavorare la frusta fino a che il tutto diventi gonfio e spumoso. 
    2. Nel frattempo mischiate le due farine, la fecola e gli agenti lievitanti. 
    3. In un mixer frullate le due qualità di noci molto finemente. 
    4. Aggiungete a filo prima l’olio e poi il latte di mandorla facendo ben amalgamare i due liquidi.
    5. Aggiungete a cucchiaiate le farine mescolate ed infine le noci tritate.
    6. Imburrate ed infarinate lo stampo da ciambella e versateci l’impasto. Cuocete in forno preriscaldato in modalità statica per 45 minuti a 180° avvalendovi sempre della prova stecchino.

    • Questa ciambella mantiene la sua naturale consistenza anche fino a 7/8 giorni.
    • Conservatela sotto una cupola di vetro e lontana da umidità.
    • Ottima con un velo di miele o di marmellata ai alle more o mirtilli.


    “Una ciambella rustica che ricorda i cereali antichi,
    ideale per una colazione…. come una volta

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×