Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CIAMBELLA SOFFICE ALL’ACQUA

  • Difficoltà:
  • Quantità: 6/8 persone
  • Tempo di preparazione: 15 minuti
  • Tempo di cottura: 35 minuti
  • Misura stampo: 24 cm

  • Il ciambellone all’acqua è una torta sofficissima, credo la più soffice e leggera che abbia mai fatto e mangiato, una vera e propria nuvola di dolcezza.

    Facilissima da preparare sia per il procedimento che per la reperibilità degli ingredienti, è quella torta che si scioglie letteralmente in bocca, ideale per una sana e genuina colazione o per una gustosa merenda che conquisterà tutti i bambini. Adesso che arrivano le giornate uggiose e fredde la merenda di rito a casa mia è praticamente una seconda colazione per i miei bimbi perché vogliono sempre il latte caldo con miele e cacao, quando hanno un ciambellone tanto semplice da tuffarci dentro sono sempre super felici.

    Non c’è burro né latte per cui è molto indicata anche agli intolleranti ai latticini, e nonostante ne sia priva vi stupirà per la sua sofficità e morbidezza. Il Fior d’Arancio la profumerà rendendola completa e super speciale. Io aggiungo anche un goccino di Alchermes che farà diventare rosa il colore dell’impasto e, a fine cottura, una volta tagliato e raffreddato appagherà non solo il palato ma anche la vista, un vero e proprio tocco romantico.

    A questo punto non rimane altro che volare in cucina e preparare questa meravigliosa nuvoletta con…. DOLCEZZA!


    • 3 uova intere (temperatura ambiente)
    • 250 gr di farina 00
    • 250 gr di zucchero
    • 130 gr olio di semi di girasole
    • 130 gr di acqua (temperatura ambiente)
    • 1 bustina di lievito
    • 2 fialette di acqua di Fior d’Arancio (oppure un cucchiaino)
    • 1 baccello di vaniglia (oppure 1 cucchiaino di estratto)
    • 25 ml di Alchermes

    1. Cominciate con il montare uova e zucchero insieme alla polpa del baccello di vaniglia con delle fruste elettriche o con la planetaria fino al raddoppio del loro volume, devono essere belle bianche, gonfie e spumose.
    2. Continuando a montare aggiungete a filo l’olio, poi l’acqua sempre a filo e le due fialette di Fior d’Arancio. Proseguite per 5 minuti abbondanti.
    3. A questo punto integrare la farina e il lievito precedentemente setacciati poco per volta, ogni due cucchiai aspettate che il composto si uniformi e poi aggiungetene altri due. Proseguite cosi finché il tutto sia perfettamente amalgamato. Risulterà un impasto liscio e piuttosto liquido.
    4. A piacere aggiungete l’Alchermes per dare un colore rosino alla vostra ciambella. 
    5. Imburrate ed infarinate lo stampo a ciambella e versateci l’impasto. Date qualche colpetto allo stampo sul piano in modo da avere meno bollicine possibili sulla superficie, cosa tipica di un impasto fluido. 
    6. In forno preriscaldato a 180° infornate la ciambella in modalità statico, cottura superiore ed inferiore.
    7. Fate sempre la prova stecchino e sfornate la torta dopo 5 minuti a forno aperto.
    8. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

    • Questa ciambella si può profumare con diversi aromi, se l’Alchermes non piace si può aggiungere del Rum per esempio e se si vuole sentire un aroma più persistente e deciso basta raddoppiare la dose.
    • A chi non piace il sapore alcolico invece può aggiungere il succo spremuto di un limone o di un’arancia. Quando fa caldo in estate io ci metto invece della menta che anche nelle giornate più calde fa amare ancor di più questa torta già squisita di suo. Quindi, sbizzarritevi!
    • Si conserva fino a 5 giorni sotto una campana di vetro, ma è talmente leggera che finirà prima, fermarsi a una sola fetta risulterà impossibile.
    • A volte invece di preparare il ciambellone faccio delle mini ciambelle e ne escono ben 24, bellissime da vedere e attraggono magneticamente il palato in maniera totale!

    “Soffice come una vera nuvola 
    e dolcissima come un cuore rosa”

    Ci vuole dolcezza
    “cuoricino”
    Magda

    Condividi
    ×