Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


TORTA AL PISTACCHIO

  • Difficoltà:
  • Quantità: 6/8 persone
  • Tempo di preparazione: 10 minuti
  • Tempo di cottura: 50 minuti
  • Misura stampo: 24 cm

  • Per gli amanti della frutta secca ecco una buonissima torta al sapore di pistacchio che subito vi conquisterà, sia per la velocità di preparazione e sia per suo gusto buonissimo e delicato. Una torta leggera e umida, che quasi si sbriciola, molto indicata per una colazione sana ed energica ma anche come coccola durante qualsiasi momento della giornata.

    Io ho trovato una farina di pistacchi davvero buona e tritata non troppo fine che permetterà di avere quella consistenza rustica, come le torte di una volta. All’olfatto il profumo di questa farina si deve far sentire, mi è capitato di aprirne alcune inodori, purtroppo. La potete trovare molto buona in tutti quei negozi di articoli dolciari, io ormai la prendo solo lì.

    In alternativa si trovano in commercio dei pistacchi al naturale, non salati e privi di buccia che andranno benissimo, l’importante è passarli nel mixer con delicatezza in modo da lasciare la farina ottenuta  abbastanza granulosa e non fine.

    Questa torta si presta molto anche per essere farcita, una volta raffreddata si potrebbe tagliarla a metà e riempirla di crema al cioccolato, oppure ricoprire la superfice con della glassa fondente. Avrete un dolce vero e proprio, più goloso e elegante. Un figurone per un fine cena dolcissimo.

    Buon impasto a tutti con… DOLCEZZA!

     


    • 190 gr di farina 00 o integrale
    • 80 gr di farina di pistacchio
    • 3 uova grandissime (temperatura ambiente)
    • 60 gr di burro  (temperatura ambiente)
    • 60 gr di margarina (temperatura ambiente)
    • 150 gr di zucchero semolato
    • 150 ml di latte intero fresco (temperatura ambiente)
    • 1 bustina di lievito
    • 1 bustina di vanillina

    1. In planetaria o con delle fruste elettriche montate molto bene le uova con lo zucchero finche diventano chiare e spumose.
    2. Nel frattempo setacciate per bene la farina, il lievito e la vanillina e mescolateci insieme la farina di pistacchio.
    3. Proseguite aggiungendo nella planetaria il burro morbido pochi cucchiaini per volta.
    4. Quando il tutto si è amalgamato incorporate le farine poco per volta. Alternate cucchiai di farina con il latte a filo.
    5. Preriscaldate il forno in modalità statico a 190 gradi
    6. Imburrate ed infarinate uno stampo per torta (o anche da ciambella) di 22 o 24 cm, in base a se la volete più o meno alta.
    7. Disponete la tortiera a metà forno e trascorso il tempo indicato fate sempre la prova stecchino.
    8. Fate completamente raffreddare e cospargete infine con dello zucchero a velo.

    • La torta si conserva perfettamente per 4/5 giorni sotto una campana di vetro.
    • Per la sua semplicità è ottima accompagnata da una pallina di gelato al fiordilatte o al cioccolato, per chi ama questo il legame torta/gelato.
    • La slurperia del mattino a colazione: tagliate una fetta di torta di circa 1 cm e mezzo e spalmateci un generoso cucchiaio di Nutella!

    “Una dolce bontà
    che vi conquisterà”

    Ci vuole dolcezza
    “cuoricino”
    Magda

    Condividi
    ×