Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


TORRONE AL PISTACCHIO

  • Difficoltà:
  • Quantità: 12 persone
  • Tempo di preparazione: 45 minuti
  • Tempo di cottura: Senza Cottura
  • Misura stampo: 24x10 cm

  • Il Torrone al Pistacchio è un vero e proprio dolce gustoso che rappresenta la festa di Ognissanti, sono molto tradizionale e mi piace quando arriva una festa preparare qualcosa di tipico che lo rappresenta. Solitamente lo preparo al Gianduia (prometto che farò anche quello) ma quest’anno con queste giornate di forte pioggia e vento volevo qualcosa di più colorato e allegro. Amo i pistacchi e di conseguenza la scelta è ricaduta su di loro e sul loro colore verde smeraldo che riempie il cuore di felicità nel sol guardarli.

    E’ una realizzazione semplice e non richiede tanto tempo per la preparazione, non ha cottura ma solo riposo in frigorifero, molto divertente perché è un gioco continuo di creme colorate, sciogliere i cioccolati, girarli, mischiare creme di colori diversi, spennellare il lucido cioccolato nero… a me diverte davvero da impazzire, per un risultato finale golosissimo.

    Ha una consistenza morbida che si scioglie al palato rilasciando un gradevolissimo sapore di pistacchio e di burro di cacao molto rilevante. Completa il tutto la croccantezza del guscio di cioccolato fondente esterno e dei buonissimi pistacchi che si trovano all’interno.

    Il marrone, il bianco e il verde, tre colori e tre sapori diversi ma che insieme sono un connubio unico per questo torrone che ricorderete davvero per sempre e che stupirà tutti quelli che lo assaggeranno durante questi giorni di festa. Perfetto anche da regale perché si conserva fino a 45 giorni riposto in ambiente fresco.

    Nella preparazione vedrete che è richiesta la crema (nutella o nutkao) bianca, io la trovo sempre nei vasi contenenti metà di quella marrone e metà chiara. Cercate di prendere solo la bianca ma non preoccupatevi troppo se rimarrà nella bianca tracce di quella scura perché poi mischiandola a tutte le altre creme svanirà. La crema di pistacchio la trovate sempre nello stesso reparto di creme varie e Nutella. Non tutti i supermercati l’hanno ma quelli di grande distribuzione sono ben forniti.

    Non vi resta altro che divertirvi nel vero senso della parola in cucina e in mezzo alle creme, perché ogni tanto tornare bambini è la cosa più bella che c’è!
    Buonissima preparazione a tutti con il sorriso e tanta… DOLCEZZA!

     


    • 220 gr di cioccolato fondente al 72% di ottima qualità (io Lindt)
    • 450 gr di cioccolato bianco (io Lindt)
    • 300 gr di crema bianca o Nutella bianca (chiamata anche Nutkao)
    • 350 gr crema al pistacchio
    • 150 gr di pistacchi interi sgusciati

    1. Cominciate la preparazione del Torrone sciogliendo a bagnomaria i due cioccolati fino ad ottenere due composti lucidi, lisci e privi di grumi; riponeteli in due ciotole a farli raffreddare. 
    2. Per favorire il raffreddamento girate con una spatola il cioccolato bianco sciolto e con un coltello il cioccolato nero, sollevandolo e facendolo colare di tanto in tanto in modo da stemperarlo perfettamente, in questo modo lo avrete sempre bello lucido e più facile all’uso per quando lo dovrete spennellare nello stampo. 
    3. Con l’aiuto di un pennello spennellate l’intero stampo da plumcake con il cioccolato fondente. Riponetelo in frigo ad asciugare 5 minuti, ripetete l’operazione e riponetelo in frigo altri 5 minuti. Spennellate il terzo e ultimo strato e lasciatelo asciugare, anche fuori frigo. 
    4. In una ciotola capiente versate il cioccolato bianco sciolto ormai freddo, la nutella bianca e la crema di pistacchi amalgamando perfettamente le tre creme tra di loro. 
    5. Infine aggiungete i pistacchi e girateli al composto ottenuto. 
    6. Versate tutta la crema al pistacchio ottenuta nel guscio fondente solidificato e ponetelo in frigo per almeno 4 ore. 
    7. Trascorso il tempo necessario alla solidificazione del torrone potete sfoderarlo. Aiutatevi con un coltello a punta finissima: incidete il cioccolato a filo del bordo dello stampo facendo passare la lama del coltello tra il torrone e la parete dello stampo in modo da staccarlo senza danni al guscio. Sentirete una sorta di “crack” indice che il guscio si è staccato dalla parete. Capovolgete lo stampo su un assetto di legno e battete sopra con mano ferma e decisa, vedrete che si sformerà perfettamente.
    8. Eliminate il cioccolato in eccesso sempre con l’aiuto di un coltello e servite affettandolo, tagliandolo a quadratini o come meglio preferite.

    • Conservate il torrone ricoperto da pellicola trasparente. Si mantiene a lungo anche fino a un mese e mezzo dalla preparazione.
    • Io preferisco riporlo in frigo e toglierlo 20 minuti prima di gustarlo, questo perché così facendo rimane sempre molto croccante il guscio di cioccolato.
    • Una bella idea è quello di tagliarlo a piccoli quadrati e regalarlo in sacchettini trasparenti chiusi da simpatici fiocchetti verdi.

    “Il dolce della tradizione
    che sprigiona allegria

    Ci vuole dolcezza

    Magda

     

     

    Condividi
    ×