Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


PANDORO DESSERT CON MOUSSE DI RICOTTA E ROBIOLA AL CACAO AMARO E NOCCIOLE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 6 bicchierini
  • Tempo di preparazione: 30 minuti
  • Tempo di cottura: ---
  • Misura stampo: Bicchieri monoporzioni

  • Avere un’amica che ha un caseificio è una fortuna pazzesca, soprattutto quando il caseificio in questioni ha prodotti di alta qualità, dove la materia prima è curata e coccolata dall’inizio alla fine del processo, dove c’è amore e passione, non solo lavoro. Nel Caseificio Tomasoni la tradizione di famiglia prosegue con entusiasmo, con la voglia di innovazione ma sempre con la costante di basi solide, tramandate e sacre.

    Negli scorsi mesi ho anche avuto il piacere di poter visitare l’intera azienda, passando dagli uffici alla produzione, dagli imballaggi alle celle frigorifere e quant’altro. Ancora ricordo il sapore dell’assaggio del caglio come se fosse ieri. Vedere con gli occhi cosa c’è dietro a tutto ciò mi regala emozioni, vedere come l’uomo è ancora parte così attiva in questo processo mi ha riempito il cuore di gioia.

    Queste aziende sono un vero patrimonio del nostro paese, della materia prima e dei prodotti che abbiamo. Dovremmo sempre custodirli, proteggerli, mantenerli con cura nel tempo rispettando natura e tradizioni.

    Perché una volta che si assaggiano prodotti come quelli del Caseificio Tomasoni beh, dico solo che si capiscono tante cose!

     

    Dedico questo mio dessert a tutti coloro che ci lavorano, uno per uno, per il grande impegno e la grande passione che ci mettono in ciò che fanno ogni giorno e in ogni singola mansione, tutte importanti allo stesso modo per avere un prodotto finale eccellente.

    E poi, essendo di parte lo so, un abbraccio e un grazie di cuore a Eva Tomasoni, un’amica davvero speciale, una neo mamma straordinaria e una giovane imprenditrice con la I maiuscola, sei straordinaria.

    E ora vi spiego questo dessert super Natalizio e che diventerà anche post Natalizio per quando avrete esubero di panettoni e pandori ancora inscatolati. E’ di una semplicità estrema, vengono montati a crema i formaggi freschi e si aggiunge un buon cacao extra amaro, il pandoro inzuppato nel caffè legherà perfettamente le due consistenze in un gusto avvolgente e unico. Vi assicuro, a detta di chi l’ha gustato, che la mousse è delicata, vellutata, avvolgente e fantastica. Tutti si sono stupiti fossero formaggi freschi, quasi stentavano a crederci.

    Non vi resta altro che provare per credere, divertirvi a pasticciare un po’ sempre con tanta… DOLCEZZA!!!

     

     


    • 350 gr di ricotta vaccina fresca (la mia del Caseificio Tomasoni)
    • 200 gr di robiola fresca (il mio del Caseificio Tomasoni)
    • 50 gr di stracchino (il mio allo Yogurt del Caseificio Tomasoni)
    • 100 gr di zucchero a velo
    • 40 gr di cacao extra amaro (oppure 55 di quello amaro)
    • 4 tazzine di caffè
    • 3 grosse fette di pandoro (tagliate a stella)
    • Granella di nocciole q.b.
    • Nocciole intere q.b.

    1. Cominciate la preparazione scolando bene la ricotta e lavorandola in una terrina capiente con la forchetta. Aggiungete anche la robiola e lo stracchino e fate lavorare le fruste elettriche per qualche minuto, fino che i tre formaggi freschi si mischino in un’unica crema vellutata. 
    2. Inserite tutto lo zucchero a velo e proseguite con le fruste alla minima velocità e infine setacciate sopra la crema il cacao amaro continuando a lavorare con le fruste per circa 3 minuti. Lasciatela riposare la mousse ottenuta in frigo per circa 10-15 minuti.
    3. Nel frattempo preparate il caffè e versatelo in una fondina, tagliate il vostro pandoro in stelle e poi dividete ogni fetta in 4 o 6 parti e predisponete la vostra sac-à-poche con beccucchio circolare largo. Io metto la sacca all’interno di un misuratore graduato di liquidi (oppure quello che si usa per la frullatura a immersione) per facilitarne il riempimento.
    4.  Riempite la sac-a-poche e fate un sottile strato di crema alla base dei vostri bicchierini, inzuppate il pandoro nel caffè strizzandolo leggermente e disponetelo in ciascun bicchiere. 
    5. Inserite la mousse a ciuffi e cospargete di abbondante granella di nocciola. Proseguite con un altro strato di pandoro e di mousse terminando con il decoro di nocciole intere e a granella. Mettete in frigorifero e servite almeno 3 ore dopo. 

    • Se preparate i bicchierini la sera prima o la mattina per la sera serviteli tirandoli fuori frigo una decina di minuti prima.
    • Si conservano perfettamente anche fino a 4 giorni dalla preparazione.
    • Se non li consumate entro le 24 ore copriteli con pellicola trasparente ben aderente al bicchiere.


    “Un dessert delle feste insolito e che stupisce.

    Fresco ed estremamente goloso”

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×