Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


GRISSINI AI SEMI MISTI (con esubero di LI.CO.LI.)

  • Difficoltà:
  • Quantità: 25 grissini
  • Tempo di preparazione: 90 minuti totali
  • Tempo di cottura: 16-18 minuti
  • Misura stampo: ---

  • Una soddisfazione enorme, quasi non ci credevo. Ho provato con la quasi certa convinzione di dover cestinare tutto… e invece no!!! Il mio lievito naturale nato da pochi giorni mi ha dato la seconda soddisfazione addirittura con un esubero e pure con una preparazione che rientra nella vasta gamma della pasticceria salata!

    Non potete capire il mio alto grado di felicità quando li ho visti gonfiarsi e far le bolle mentre cuocevano in forno, occhi che sono brillati per ore proprio! E la cosa più bella è che anche la sera dopo erano super croccanti e fragranti come appena sfornati il giorno prima! Oltre non posso dirvi perché, ovviamente si sono estinti abbastanza velocemente 🙂

    Come vi dicevo nella mia prima preparazione dolce di qualche giorno fa troverete sempre la conversione Lievito Naturale Lievito di Birra, ben conscia che tantissimi di voi non hanno a disposizione il Li.Co.Li., anche se, fossi in voi un pensierino lo farei. Perché passato il mese di segregazione forzata per i rinfreschi necessari a farlo nascere (ho rinunciato a un week-end nelle Langhe dove il tartufo bianco sarebbe stato da protagonista rischiando seriamente il divorzio… immaginate la faccia di mio marito quando gli dissi: “non se ne parla proprio, devo fare il bagnetto a Lievitino! (ora ha un nome perché è nato e l’ho battezzato Arturo)”, poi potete dimenticare di averlo anche fino a 7 giorni e più essendoci il metodo per tenerlo in vita fino alle 2 settimane.

    Ma comunque, questi grissini “sa da fare!” assolutamente, lievito naturale o lievito compresso che sia, fidatevi e vedrete come si volatilizzeranno in men che non si dica. Immaginate che bello a Natale avere sulla tavola un bouquet di grissini freschi e fatti da voi insieme ai più svariati antipasti, la meraviglia proprio!

    Buonissima preparazione amici miei con tanta… DOLCEZZA SALATA!!! 😉


    CON LI.CO.LI.:

    • 300 gr di farina 1
    • 150 gr di esubero di Li.Co.Li.
    • 100 gr di acqua della bottiglia
    • 60 gr di olio extra vergine di oliva
    • 8 gr di sale fino
    • Semi misti e sale grosso q.b. per la finitura

    CON LIEVITO DI BIRRA: 

    • 370 gr di farina 1
    • 8 gr di lievito di birra
    • 150 gr di acqua della bottiglia
    • 80 gr di olio extra vergine di oliva
    • 8 gr di sale fino
    • Semi misti e sale grosso q.b. per la finitura

    1. Nel boccale della planetaria sciogliete in acqua a temperatura ambiente il Lievito naturale o quello compresso (se usate quello naturale scioglietelo usando una frusta a mano fino a creare delle bollicine, se usate quello di birra usate la punta delle dita fino a sentirlo totalmente sciolto). 
    2. Aggiungete l’intera quantità di farina e azionate il gancio a uncino a velocità 1. Quando si saranno formati grossi pezzettoni inserite l’olio a filo e quando questo sarà assorbito terminate con il sale. L’incordatura avviene abbastanza velocemente, circa in 10 minuti. L’incordatura è perfetta quando l’impasto rimane aggrappato al gancio e le pareti della ciotola risultano pulite)
    3. Lavoratelo brevemente su un piano di lavoro infarinato e ponete il panetto in una ciotola coperta da canovaccio. Lasciatela riposare in forno con lucina spenta per 40-45 minuti. 
    4. A questo punto stendete il vostro panetto su di un piano di lavoro infarinato aiutandovi con il mattarello. Deve essere di una forma abbastanza rettangolare e con uno spessore di al massimo 3 mm.
    5. A questo punto con una rotella taglia pasta formate i vostri lunghi grissini non andando oltre a una larghezza di 7-8mm. Io ne ho fatti alcuni anche molto stretti per capire poi da cotti come li preferivo. 
    6. Date loro la forma che preferite: io ne ho attorcigliato qualcuno e altri li ho lasciati semplicemente stirati. 
    7. Rivestite una placca di forno e disponeteli in fila. Cospargete di sale grosso e semi vari a piacere. 
    8. Cuocete i vostri grissini in forno statico e pre-riscaldato a 200° per 17-18 minuti, fino a doratura. Ponete la teglia nella parte inferiore del forno. Fateli completamente freddare prima di gustarli.

    • Ho conservato i grissini in classici sacchetti di cartone del pane o del fruttivendolo, potete anche chiuderli in contenitori ermetici o in sacchettini di plastica per alimenti.
    • Dalla fragranza che avevano dopo le 24 ore presumo che si conservino con la stessa croccantezza per più giorni (la prossima volta ne imbosco uno per capire la durata di conservazione).
    • Potete fare anche dei crackers invece dei grissini o sbizzarrirvi nella forma che più gradite.


    “La mia prima ricetta salata super croccantosa

    con l’esubero del lievito madre liquido”

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi

    ALTRE DELIZIE

    PANGOCCIOLI

    PANGOCCIOLI

    marzo 23, 2020
    PANE ALL’AVENA

    PANE ALL’AVENA

    marzo 12, 2020
    ×