Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


GIRELLE AI FICHI E UVETTA

  • Difficoltà:
  • Quantità: 50 biscotti circa
  • Tempo di preparazione: 5 ore totali c.a. comprensivi di riposo
  • Tempo di cottura: 13-15 minuti
  • Misura stampo: ---

  • L’estate sta finendo. Al mattino l’arietta già obbliga a un giubbetto o a un maglioncino da togliere tassativamente poi durante la giornata. Di sera col calar del sole ecco di nuova quella brezza fresca che accarezza la pelle facendola rabbrividire.

    In questo periodo di transizione stagionale le mia mente produce idee a non finire, vorrei fare di tutto e di più se solo potessi e avessi giornate da 48 ore. Mi sto appuntando tutto e la lista è già bella lunga essendo solo agli inizi di settembre!

    Ho voluto cominciare con questi splendidi biscotti che sono un po’ lunghi nella preparazione ma regalano poi immensa soddisfazione! Credetemi, sono squisiti e fermarsi nello sgranocchiarli è praticamente impossibile se non far sparire la scatola che li contiene da casa.

    Tra l’altro li ho preparati in un giorno davvero uggioso e molto autunnale, sono stati proprio l’ideale per la coccola serale davanti a un bel film e alla meravigliosa copertina risorta dal letargo dopo tutti questi mesi. Amo il caldo e non farei mai cambio con i mesi freddi se non per queste bellissime eccezioni coccolose e speciali.

    La ricetta di se è semplice bisogna solo attenersi ai tempi, per cui se non sapete che fare in una domenica fredda o piovosa coinvolgete la family in questa dolcissima preparazione golosa.

    Buona preparazione a tutti con tanta… DOLCEZZA!!!


    PER L’IMPASTO:

    • 400 gr di farina 00
    • 230 gr di burro a temperatura ambiente
    • 100 gr di zucchero bianco semolato fine
    • 100 gr di zucchero integrale di canna ambrato fine
    • 2 uova intere
    • 1 cucchiaino di sale fino setacciato
    • 1 cucchiaino di bicarbonato

    PER LA FARCIA:

    • 250 gr di fichi secchi
    • 130 gr di uvetta
    • 280 gr di succo di arancia fresco
    • 250 gr di succo di mele

    1. Cominciate con il preparare l’impasto del biscotto: setacciate in una ciotola la farina con il sale e il bicarbonato. Mescolateli tra di loro. 
    2. Nel boccale della planetaria sbattete il burro morbido a pomata con lo zucchero per 3 minuti (se non l’avete usate le fruste elettriche raddoppiando i minuti), il composto deve essere bello chiaro e gonfio. 
    3. Aggiungete un uovo e quando sarà ben assorbito procedete con il secondo, fate lavorare a bassa velocità. 
    4. Incorporate la farina in più riprese, versate la pasta biscotto su di una spianatoia infarinata e lavoratela poco con le mani fino a formare un panetto ben compatto e morbido al tatto. 
    5. Dividetelo in due parti, appiattitele leggermente e avvolgetele in pellicola trasparente. Fate riposare in frigo per 2 ore (se potete meglio la notte intera, l’ideale è prepararlo la sera per il giorno successivo). 
    6.  Preparate la farcia: eliminate i piccioli dai fichi secchi e metteteli in una casseruola capiente con l’uvetta, il succo di mele e quello d’arancia. Portate a bollore con fuoco alto dopo di che abbassatelo a fuoco moderato e fate cuocere per circa 30 minuti, fino a che il tutto si restringe e rimanga solo qualche cucchiaio di succo. Lasciate intiepidire e mixate il tutto, risulterà una composta molto cremosa e compatta.
    7. Mentre la composta raffredda completamente prendete la vostra pasta dal frigo e ponetela su di un foglio di carta forno leggermente infarinato. Dovete formare un rettangolo di 25cmx30cm (io mi sono aiutata disegnandolo con un righello e ribaltando il foglio – in modo che la scritta non andasse a contatto con la pasta da stendere). Ritagliate i bordi in eccesso e ponetela in frigorifero per mezz’ora. Fate la stessa operazione con il secondo panetto. 
    8. Trascorso il tempo di riposo prendete la vostra sfoglia di biscotto e versateci metà composta di fichi e uvetta, spalmatela sull’intero rettangolo livellandola bene con una spatola lunga ed eliminando gli eccessi che fuoriescono. Ripetete l’operazione con la seconda sfoglia. Arrotolateli per la lunghezza o per la larghezza, dipende dal risultato visivo che volete ottenere, io ne ho fatto uno orizzontale e uno verticale (guardate foto nelle note). 
    9. Poneteli in frigo per un’ora e di tanto in tanto toglieteli e fateli arrotolare su di una superficie piana per non farli appiattire. 
    10. Tagliate i rotoli in fettine da 5 mm di spessore, poneteli su una teglia rivestita da carta forno e, se necessario, rimodellate un po’ i cerchi.
    11. Cuoceteli per 15 minuti circa a 180° in forno preriscaldato nella parte bassa del forno, il biscotto deve essere dorato. Fateli completamente raffreddare prima di riporli nell’apposito contenitore. 

    • L’uvetta vi garantisco che non prevale nel gusto, lo addolcisce di più in una nota particolare di gusto. Ma se non l’amate potete sostituirla in pari grammi con altri fichi secchi.
    • Conservatili in un contenitore ermetico o in una scatola di latta.
    • Consumateli nel giro di 4 giorni non essendoci conservanti nella composta di frutta.
    • Il rotolo lo potete arrotolare a piacimento, orizzontalmente  i giri saranno più spessi, verticalmente più fini sia a livello di pasta che di farcia 


    “La meravigliosa dolcezza dei fichi avvolta
    da un biscotto friabile e golosissimo

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×