Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


FAGOTTINI ALLA CREMA PAN DI STELLE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 12-14 fagottini
  • Tempo di preparazione: 4 otr totali
  • Tempo di cottura: 20-25 minuti
  • Misura stampo: ---

  • Le scuole sono ufficialmente cominciate e i bimbi, si sa, da che mondo è mondo, reclamano e attendono la merendina golosa di metà mattina a scuola ma anche quella di casa nel pomeriggio. Una sorta di conforto, di momento relax e di dolce far niente. I miei bimbi quando la fanno in casa sono soliti a prendere questa mezz’oretta di “sano annoiarsi” davanti a un paio di cartoni.

    Lo definisco così perché, purtroppo, al giorno d’oggi è tutta una corsa anche per loro tra scuola, sport, visite dentistiche, corsi di inglese e quant’altro. Una cosa che a volte trovo sbagliata, sembra che se non hanno da fare qualcosa di concreto di studio o movimento sia sacrilegio, anzi a volte per alcuni genitori sembra pure un problema da risolvere. La lettura di un fumetto, lo sfogliare una rivista per bambini, un documentario in TV ecc in questo mondo circondato da rumori uditivi ed emotivi è diventato cosa rara, non ne hanno più il tempo e, se lo hanno, fa pure strano.

    Invece trovo sacrosanto che abbiano spazi di dolce far nulla, è sano anche per la loro introspezione, per riflettere, per far emergere dei pensieri spontanei e istintivi che non emergono se hai mente e corpo sempre impegnati in qualcosa.

    E se ad attenderli a casa c’è una merendina super golosa ma Home-Made, a lunga lievitazione e leggera, senza conservanti e ricca di buon cioccolato, soffice e morbidosa la gioia sarà triplicata! E’ vero, è un lievitato e richiede tempo ma vi assicuro che se raddoppiate le dosi e poi li congelate per i giorni successivi sarete a posto per un bel mesetto e i vostri bimbi ne guadagneranno in salute. In una domenica di pioggia (che arriveranno, purtroppo) può essere una bella idea per farli insieme a loro, per coinvolgerli nella preparazione: farina ovunque, cioccolato come se piovesse, risate e tanto divertimento!

    Buona preparazione amici miei con un sacco colmo di… DOLCEZZA!!!


    1° IMPASTO:

    • 320 gr di farina di Manitoba
    • 200 gr di acqua tiepida
    • 25 gr di lievito di birra
    • i semi di una bacca di vaniglia
    • 1 pizzico di zucchero

    2° IMPASTO:

    • 120 gr di farina di Manitoba
    • 120 gr di farina 0 (per lievitati)
    • 100 gr di burro a pomata
    • 150 gr di zucchero bianco fine
    • 45 gr di tuorli
    • 20-25 gr di latte
    • 1 cucchiaino di sale
    • burro q.b. per spennellare

    FARCIA e DECORI:

    • 1 barattolo di crema Pan di Stelle
    • Miele q.b.
    • Granella di zucchero q.b.
    • Zucchero a velo q.b.

     


    1. Tagliate in piccoli pezzi il lievito e fatelo sciogliere nell’acqua leggermente intiepidita insieme allo zucchero. 
    2. Nel boccale della planetaria inserite la farina setacciata e versate il composto di lievito. Fate lavorare il gancio a uncino a velocità minima. Spegnete appena incordato il tutto. 
    3. Mettete il panetto in una ciotola coperta da pellicola trasparente e bucherellata con uno stuzzicadente. Ponetela in forno con la sola lucina accesa per 90 minuti. 
    4. Mettete a disposizione tutti i restanti ingredienti per il secondo impasto, il burro deve essere a pomata e non liquido. 
    5. In una ciotola mischio i tuorli insieme ai semi della bacca di vaniglia, allo zucchero e al pizzico di sale. Lavorate con una spatolina. Aggiungete il burro a pomata e mischio uniformemente. Risulterà visivamente una sorta di polentina.
    6. Nel boccale della planetaria raccolgo le due farine setacciate e inserisco il composto di polentina poco per volta facendo lavorare il gancio a foglia. A filo inserisco metà quantità del latte a disposizione e faccio lavorare per circa 3 minuti. Se il latte è stato sufficiente avrete una palla non appiccicosa ma morbida al tatto, se così non fosse aggiungete ancora un po’ di latte. 
    7. Allargate la pasta con la punta delle dita, delicatamente. Al centro metteteci il primo impasto che avrà terminato il suo riposo. 
    8. Chiudete a mò di fagotto l’impasto 2 sull’impasto 1 e lavoratelo brevemente. 
    9. Inseritelo nel boccale della planetaria e fate lavorare il gancio fino a che i due impasti si sono uniti alla perfezione, ci vorranno circa 10 minuti. 
    10. Mettete l’impasto in una ciotola, coprite di pellicola trasparente e bucherellatela. Lasciate in forno con lucina accesa per 40 minuti. 
    11. Mettete su di una spianatoia infarinato il panetto lievitato, rilavoratela per 1 minuto e stendetela per la lunghezza, dividetela successivamente in due parti sempre nel senso verticale. 
    12. Stendete un filone per volta con il mattarello creando dei rettangoli di circa 15×60 cm e con spessore di 4mm. Da qui ricavate dei rettangoli più piccoli di circa 15×10 cm (ne usciranno circa 6-7 per ciascuno dei due rettangoli grandi.
    13. Sul lato più corto del rettangolo mettete 2 cucchiaini di crema Pan di Stelle e distribuitele dino a metà rettangolo circa. 
    14. Arrotolate il rettangolino in 3-4 volte e disponeteli su di una teglia rivestita da carta forno. 
    15. Spennellateli con del burro fuso (se volete il colore lucido a fine cottura invece usate un tuorlo d’uovo) e metteteli in forno a far lievitare per 30 minuti, con la sola lucina accesa.
    16. Cuoceteli in forno statico a 170° per 20-25 minuti. Ponete la teglia nella parte poco più sotto la metà forno.
    17. Lasciateli completamente raffreddare e, a piacimento, spennellate un po’ di miele e aggiungetevi sopra delle codette di zucchero. In alternativa spolverate con dello zucchero a velo. 

    • Conservate i fagottini in luogo asciutto e ben coperti da pellicola trasparente ben tirata, in una latta o coperta da una campana di vetro.
    • Consumateli nel giro di 4 giorni oppure congelateli: toglieteli la sera prima per il giorno dopo e ravvivateli in forno a bassa temperatura per pochi minuti. (100° è sufficiente)
    • Ottimi a colazione fatti intiepidire in forno (120° per 5 minuti).


    “Una merenda irresistibile per i nostri cuccioli,

    ma home-made e senza conservanti.”

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×