Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CROSTATINE AL RISO ROSSO CON CONFETTURA E GANACHE MONTATA ALLE MORE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 2 crostatini + qualche biscotto
  • Tempo di preparazione: 90 minuti + i vari riposi
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Misura stampo: 12 cm

  • Amate sperimentare? A me tantissimo! I più delle volte l’idea è improvvisa e nelle situazioni più disparate. Io me la segno veloce per non scordarla e poi man mano la delineo, la metto nero su bianco, la creo, la disegno, la studio. A volte in corso d’opera apporto anche dei cambiamenti ma l’idea sostanziale rimane quella.

    Per queste frolline è stato proprio così, a ispirarmi è stata la farina già testata per i biscotti. Questa volta non l’ho mischiata alla 00 ma l’ho lasciata in prezza, ho utilizzato i tuorli super arancioni che si trovano nelle uova a guscio bianco e del burro bavarese di altissima qualità.

    Pensavo che a lavorarla da sola senza l’aiuto di altre farine tendesse a sbriciolarsi e a non assumere l’elasticità fondamentale per una crostata. E invece no, mi ha stupita tantissimo e ne sono rimasta davvero molto entusiasta. Ci farò sicuramente tante altre cosine golose.

    Rispetto ai biscotti la frolla ha assunto un colore più acceso e quasi arancione. La ganache ovviamente è stata conseguente, volevo qualcosa di insolito e che spiccasse visibilmente. Il risultato insieme mi ha soddisfatta, anche di gusto perché è davvero molto delicata e fruttata, la frolla friabile si unisce perfettamente alle due consistenze di more (confettura e ganache). Importante è avere un cioccolato bianco di alta qualità e delle more molto mature e profumate.

    Se la proverete ne rimarrete felici, un figurone incredibile se avete ospiti a cena o per un tè della domenica, strabuzzeranno gli occhi garantito! E un iniziale e minimo pensiero che li vogliate avvelenare ci sarà di sicuro, aspettatevelo! 🙂 Ma poi rimarranno deliziati!

    Buonissima preparazione con tanta… DOLCEZZA!!!!


    PER LA FROLLA:

    – 250 gr di farina di riso rossa
    – 125 gr di burro bavarese
    – 125 gr di zucchero bianco semolato fine
    – 2 tuorli arancioni, di colore acceso (possibilmente, di solito li trovate nelle uova a guscio bianco)
    – 1 pizzico di sale

    PER LA GANACHE:

    – 100 gr di more
    – 230 gr cioccolato bianco
    – 40 gr burro
    – 1 foglio di gelatina

    INOLTRE:

    – 120 gr di marmellata di more
    – q.b. foglioline di menta per il decoro


    1. Preparate la frolla: In una grande boule inserite la farina e lavoratela con il burro freddo spezzettato fino a sabbiatura. Aggiungete lo zucchero e il pizzico di sale e girateli nell’impasto. Finite con i tuorli lavorando la massa molto velocemente fino a formare una palla elastica e omogenea, non appiccicosa o, al contrario, dura e sbriciolosa. Dividete già la frolla in due parti uguali e appiattitele con l’aiuto del mattarello. Avvolgeteli in pellicola trasparente e ponete in frigo per 2 ore.
    2. Trascorso il tempo di riposo stendete la frolla ad uno spessore di circa 3/4 mm e adagiatela delicatamente nei vostri stampi per crostatine imburrati ed infarinati. Fate aderire la frolla alla parete ed eliminate gli eccessi dai bordi con l’aiuto di un coltello affilato. Se vi avanza della frolla create dei biscottini di decoro. Bucherellatela con i rebbi di una forchetta e ponetela in frigorifero per un’altra ora.
    3. Farcite le due frolline con la confettura di more e cuocetele in forno statico e preriscaldato per 30 minuti a 180°, ponete la parte nella parte più bassa del forno. 
    4. Nel frattempo preparate la ganache: mettete in ammollo in acqua fredda la gelatina per 10 minuti. Lavate e asciugate molto bene le more. Frullatele con il minipimmer a immersione e mettetele in un pentolino. Fate raggiungere loro il bollore a fiamma moderata, togliete dal fuoco e fateci sciogliere la gelatina ben strizzata, girandola accuratamente.
    5. Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria, togliete dal fuoco e versateci sopra metà purea di more. Girate fino a che il tutto si è amalgamato e finite con l’ultima metà assicurandovi che non ci siano grumi, che la crema sia bella liscia. 
    6. Emulsionate spesso con una frusta a mano per non fare addensare la gelatina e nel frattempo monitorate con un termometro alimentare la temperatura della crema. Quando avrà raggiunto i 30° incorporate il burro a pomata (non freddo) e giratelo nella crema con decisione fino a farlo ben amalgamare all’insieme. Coprite la ganache con pellicola trasparente a conatto e fatela solidificare in frigo per 90 minuti.
    7. Montate la vostra ganache con le fruste elettriche ad alta velocità (questo se si vuole l’effetto spumoso e opaco), mettetela subito in sac-a-poche e decorate a piacimento e con il beccuccio che più desiderate (io stella a sei punte) le vostre crostatine. Guarnite con qualche piccola foglietta di menta. 

    • Potete anche non montare la ganache, in questo caso non sarà spumosa e avrà un aspetto più lucido e meno gonfio.
    • Potete consumare subito le crostatine dopo aver messo la ganache. Oppure se le preparate in anticipo mettetele in frigorifelo ricordandovi di toglierle 40 minuti prima di servirle. In questo caso non decorate subito con le foglioline di menta altrimenti la ganache catturerà subito il suo sapore deciso, cambiandone il gusto. Mettetele solo al momento di servirla.
    • Si mantengono in frigorifero fino a 4-5 giorni.
    • Potete usare per la ganache anche i lamponi o i mirtilli con lo stesso procedimento.

    “Un tripudio di colori uniscono
    un gusto dolce e profumato

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×