Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CROSTATA DI RICOTTA CON KIWI E CREMA ALLA PAPAYA

  • Difficoltà:
  • Quantità: 10 persone
  • Tempo di preparazione: 1 ora e 15 minuti +2 ore di riposo della frolla
  • Tempo di cottura: 25 minuti
  • Misura stampo: 24 cm

  • Credo che preparare la crostata sia la cosa che mi rende più serena, che mi distende da tensione e pensieri. Anche io non so bene il perché ma è così, viene naturale. E dopo sto meglio, molto meglio. Per me è terapeutica. Stimola la fantasia e la creatività, scaccia via i pensieri e dona lucidità mentale. Questo è per me preparare una crostata.

    Quando ho iniziato questa preparazione ero in uno stato confusionario, capitano periodi così e io devo fare “ordine” su alcuni aspetti del quotidiano e del futuro. Ho Preparato questa frolla a base di ricotta che rimane molto leggera e delicata, e poi tutto è venuto da se. Ho deciso per una cottura in bianco, una crema che definirei quasi afrodisiaca e per la dolcezza dei kiwi.

    Tutto ciò mi ha portato a uno stato di grazia e di soddisfazione mentale impagabile. Quando metto le mani in pasta io sto bene, i pensieri momentaneamente svaniscono e quando si ripropongono vedo tutto sotto un altro punto di vista, sono più positiva e propositiva. Ho chiarezza davanti a me.

    Vi dico solo una cosa, provate questa crostata e soprattutto questa crema a base di papaya, formaggi caprini freschi (sì, avete letto bene) e mascarpone nata un po’ per caso, e le cose nate così si rivelano sempre stupefacenti!

    Vi assicuro che l’insieme dei sapori regala emozioni (e non lo dico solo io)! Mani nella farina e buona preparazione con… DOLCEZZA!!!


    PER LA FROLLA:

    • 210 gr di farina 00
    • 90 gr di ricotta vaccina fresca
    • 80 gr di zucchero semolato bianco finissimo
    • 45 gr di burro freddo
    • 35 gr di tuorli d’uovo (circa 2 medi ma pesateli)
    • 1 pizzico di sale
    • 1 bustina di vanillina

    PER LA CREMA:

    • 200 gr di papaya già al netto degli scarti (circa una di media grandezza)
    • 150 gr di formaggi caprini di vacca freschi
    • 100 gr di mascarpone
    • un quarto di limone
    • 2 cucchiai di Rum

    PER LA DECORAZIONE:

    • 400 gr di kiwi già al netto degli scarti (circa 5 di medie dimensioni)
    • qualche biscottino di frolla
    • gelatina spray q.b.

    1. Iniziate con la preparazione della pasta frolla: inserite in una grande terrina la farina setacciata, il burro freddo a pezzetti, la ricotta leggermente lavorata con la forchetta, la vanillina e il pizzico di sale. Lavorate molto velocemente con le punta delle dita e sbriciolate l’impasto. Inserite anche i tuorli d’uovo e molto velocemente formate il panetto che risulterà di consistenza elastica. 
    2. Imburrate ed infarinate la vostra tortiera per crostata, stendete in una sfoglia sottile la pasta frolla e adagiatela delicatamente nello stampo facendola aderire ai bordi ed eliminandone gli eccessi. Con la frolla che avanza create dei biscottini con lo stampino che preferite. Mettete tutto in frigorifero a riposare per due ore.
    3. Nel frattempo preparate la crema: sbucciate la papaya, tagliatela a metà ed eliminatene i semi e i filetti, tagliatela in piccoli pezzetti e mettetela in un pentolino. Cuocetela a fuoco moderato per 8-10 minuti, fino a quando si sarà asciugata e ammorbidita. Fatela intiepidire in una ciotola. 
    4. Tagliate in pezzi grossolani i caprini e metteteli nel bicchiere del frullatore ad immersione insieme al mascarpone, allo zucchero, alla dadolata di papaya, allo spicchio di limone spremuto e ai due cucchiai di Rum. Frullate il tutto molto bene per evitare grumi. 
    5. Otterrete una crema morbida, versatela in una ciotolina, copritela con pellicola trasparente e riponetela in frigorifero fino a quando occorrerà. 
    6. Trascorse le due prendete la frolla e con i rebbi di una forchetta bucherellatela, poggiate sopra di essa un foglio di carta forno e riempite il guscio con dei fagioli secchi.
    7. Cuocetela in forno statico e preriscaldato a 180° nella parte più bassa per 15 minuti. Rimuovete i fagioli e la carta forno molto delicatamente e proseguite la cottura per altri 10-12 minuti, non fatela dorare troppo altrimenti risulterà secca. Fatela raffreddare completamente su di una gratina.
    8. Nel frattempo cuocete anche i biscottini (circa 12 minuti) e sbucciate e tagliate a fettine sottili i kiwi. 
    9. Assemblaggio del dolce: cospargete uniformemente il guscio di frolla con la crema all’avocado, ricopritela con le fettine di kiwi sovrapponendole leggermente una sull’altra. Inserite qua e là anche qualche biscottino come decoro. Con una siringa comune senza ago, a piacimento, guarnite il bordo con qualche ciuffetto di crema. Se non la consumate subito spruzzate sopra le fettine di kiwi della gelatina per preservarla.

    • Ponete la crostata in frigorifero togliendola circa 15 minuti prima di servirla.
    • Conservatela per al massimo 3 giorni.
    • Fantastica anche con le fragole.


    “Una frolla leggera e delicata che raccoglie il profumo e i sapori
    di due frutti che insieme regalano emozioni”

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×