Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CROSTATA CON FARINA DI FARRO

  • Difficoltà:
  • Quantità: 8/10 persone
  • Tempo di preparazione: 15 minuti + almeno 4 ore di riposo in frigo
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Misura stampo: 24 cm oppure uno da 20 cm e due crostatine da 12 cm

  • Quando ho voglia di una buona e semplice crostata con delle marmellate particolari e, soprattutto, con i frutti rossi, penso subito alla farina di farro. E’ una farina che si lega davvero benissimo alle confetture particolari perché di consistenza più rustica che ricorda i cereali antichi.
    Una farina che vi stupirà per il suo gusto grezzo rispetto alla classica pasta frolla e che conferisce alla crostata un sapore unico.

    In commercio non se ne trovano di tante qualità perché la sua lavorazione è molto più lunga e complessa rispetto al frumento, per cui se volete farla bene cercatene una di buona qualità in modo che anche la lavorazione non sarà per nulla difficile. Se avete vicino a voi un mulino provate a informarvi se la producono, sarebbe davvero la migliore che potete utilizzare.

    Il consiglio più importante per questa frolla è senza dubbio il suo riposo, più lungo è e più sarà buona e della giusta consistenza. Ha bisogno almeno quattro ore di riposo in frigo, ma ancor meglio sarebbe, come faccio sempre io, il preparare la frolla nel tardo pomeriggio/sera per lavorarla la mattina dopo. Il riposo di almeno 12 ore sarebbe davvero la cosa migliore.
    Lo stesso impasto per la crostata io lo utilizzo anche per fare dei biscottini semplici per la colazione, che rimangono croccanti e ideali per l’inzuppo.

    E ora in cucina a sperimentare farine nuove, sono certa che vi divertirà e ne sarete soddisfatti ed entusiasti tanto quanto me!

    Mani in pasta e buona preparazione con… DOLCEZZA!


    • 200 gr di farina di farro
    • 120 gr di farina 00
    • 120 gr di zucchero integrale di canna fine
    • 1 uovo intero + 1 tuorlo
    • 160 gr di burro freddissimo
    • 3 gr di sale
    • 350 gr di marmellata di frutti rossi in pezzi

    1. In una terrina mettete le due farine setacciate e in centro il burro freddo tagliato a pezzettini (io solitamente lo taglio e poi lo ripongo in frigo per altri 10 minuti prima di utilizzarlo). Lavorate per bene i due ingredienti con la punta delle dita fino ad ottenere una sabbiatura, un composto che si sbriciola.
    2. Unite al centro lo zucchero, le uova leggermente sbattute e il sale. Impastate molto velocemente per pochi minuti, non troppo a lungo altrimenti l’impasto si scalda troppo. Dovete ottenere una palla di frolla bella liscia e compatta che non si divida in crepe (altrimenti faticherete nello stenderla dopo).
    3. Riponetela in frigo per almeno 4 ore avvolta in una pellicola trasparente e appiattita a disco con l’aiuto del mattarello.
    4. Trascorso il tempo necessario prelevate dal frigo la vostra frolla e mettetela al centro di una spianatoia infarinata. Stendetela per bene con uno spessore di circa 4/5mm e aiutandovi con il mattarello trasferitela in uno stampo da crostata di 24 cm facendo aderire bene la frolla ai bordi in modo da non far fuoriuscire la marmellata durante la cottura (io ne ho voluta fare una da 20 cm con la confettura ai frutti rossi e due da 12 cm con della buonissima marmellata di ananas in pezzi). Tenete da parte la frolla in eccesso per fare le decorazioni finali. 
    5. Bucherellate con una forchetta tutta la base e riponetela in frigo per 15 minuti.
    6. A questo punto farcite la crostata con la confettura di frutti rossi (o a piacere) e create delle decorazioni da porre sulla superficie della confettura, le classiche strisce oppure aiutandovi con delle formine. Non schiacciatele ma appoggiatele semplicemente altrimenti in cottura si sporcheranno del colore della marmellata. 
    7. Infornate in forno statico a 170° per 40 minuti, finché vedrete la superficie dorata. 
    8. Fate completamente raffreddare prima di servire e a piacere cospargetela di zucchero a velo.

    • Se volete una frolla più morbida e meno friabile e croccante potete aggiungere 4 gr di lievito, verrà più altina e gonfia.
    • Si conserva perfettamente in una tortiera per 4/5 giorni mantenendo la sua fragranza.
    • Ottima anche farcita con della crema alle nocciole.

    “Una crostata dal sapore rustico e antico”

    Ci vuole dolcezza
    “cuoricino”
    Magda

    Condividi
    ×