Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CROSTATA CON CREMA DI MASCARPONE E CIOCCOLATO

  • Difficoltà:
  • Quantità: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 40 minuti + 2 ore di riposo della frolla
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Misura stampo: 22 cm

  • Io e il mio amore incondizionato per le crostate, ormai credo l’abbiate capito bene anche voi. Il dolce per me d’eccellenza, quello che non stanca mai, che mangerei sempre perché versatile; si presta per mille farciture diverse, dalle più semplici alle più complesse. La frolla anche lei varia nelle sue ormai davvero mille preparazioni, quella tradizionale, quella all’olio, integrale, al cioccolato, più biscottata o addirittura quella morbida creata con un pizzico di lievito.

    L’unico comune denominatore per tutte queste basi è la rigorosa lavorazione a mano, per me è davvero fondamentale per la riuscita di una ottima crostata, la lavorazione veloce e l’impasto che non si scalda la rende unica. Il formare con le proprie mani un panetto così liscio, elastico e morbido è puro divertimento e grande soddisfazione, e qui esce la bambina che c’è ancora in me che non vede l’ora di mettere mani nel burro e nella farina!

    Quella che vi propongo oggi è una crostata abbastanza semplice nella sua preparazione ma che richiede comunque un pochino di impegno in più. Una frolla con cottura in bianco farcita da questa crema al mascarpone e cioccolato fuso che la rende fresca, soffice, leggera e spumosa grazie alla lavorazione degli albumi montati a neve. La frolla croccante farà da contrasto perfetto tra le due consistenze e la granella di nocciole con il cacao in superficie completerà il tutto rendendola magica al gusto, deliziando il vostro palato ed entrando nella top ten delle vostre crostate preferite.

    Io la trovo ideale per il dopo pranzo della domenica in famiglia oppure per la merenda del fine settimana quando a casa arriva sempre qualcuno a trovarci, anche senza avviso e all’improvviso, e noi li stupiremo con il dolcetto che non si aspettano, saranno ben lieti e felici di trovare una slurperia tanto dolce e golosa!

    Pronti per seguire questa magnifica ricettina passo passo? Buonissima preparazione sempre con… DOLCEZZA!


    PER LA FROLLA:

    • 250 gr di farina 00
    • 130 gr di burro freddissimo
    • 130 gr di zucchero a velo
    • 2 tuorli d’uovo di media dimensione
    • un pizzico di sale

    PER LA CREMA:

    • 250 gr di mascarpone
    • 2 uova fresche (meglio se biologiche)
    • 80 gr di cioccolato fondente al 64% di cacao
    • 50 gr di zucchero a velo
    • un cucchiaino di estratto di vaniglia

    PER IL DECORO:

    • 2 cucchiai di cacao amaro
    • granella di nocciole q.b.

     


    1. Cominciate a preparare la frolla con cottura in bianco. Mettete in una capiente ciotola la farina setacciata e il burro freddissimo, lavorate i due ingredienti molto velocemente, sabbiandoli tra le mani; deve risultare un composto sbriciolato. Aggiungete in centro lo zucchero a velo, i tuorli e il pizzico di sale. Lavorate di nuovo il tutto velocemente e trasferitelo su una spianatoia di legno per finirlo di impastare in modo omogeneo, dovrete ottenere un panetto liscio che non si spezza o forma crepe.
    2. Avvolgete con della pellicola trasparente il panetto ottenuto e successivamente schiacciato a forma di disco con un mattarello. Ponetelo in frigo per due ore. 
    3. Trascorso il tempo di riposo stendete la frolla con uno spessore di circa 4/5 mm e foderatela delicatamente in uno stampo da crostata da 22 cm. Con una rotellina io do gia una forma prima di adagiarla nello tortiera, è un trucchetto che rende più semplice il passaggio spianatoia-mattarello-stampo. 
    4. Bucherellate la frolla con i rebbi di una forchetta, adagiate la carta forno e riempitela con dei pesi, fagioli o riso. Cuocete in forno statico per 20 minuti a 180°, dopo di che togliete i pesi e la carta forno e continuate la cottura nella parte poco sopra la metà forno per altri 15 minuti, la crostata deve essere leggermente dorata. 
    5. Fate raffreddare completamente e nel frattempo preparate la crema al mascarpone e cioccolato.
    6. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fatto a pezzettini. Dovete ottenere cioccolato fuso privo di grumi. Fatelo raffreddare. 
    7. In planetaria con il gancio a frusta oppure con delle fruste elettriche lavorate i tuorli con lo zucchero e il cucchiaino di estratto di vaniglia per qualche minuto finché risultino chiare e spumose. 
    8. Aggiungete il mascarpone a cucchiaiate e fatelo amalgamare perfettamente al composto di uova e zucchero.
    9. Unite il cioccolato fuso e freddo incorporandolo alla perfezione. 
    10. A parte montate gli albumi a neve ben ferma e aggiungeteli al composto incorporandoli a mano con l’aiuto di una spatola dal basso verso l’alto, delicatamente, per non farli smontare (questo passaggio renderà la crema soffice e spumosa). 
    11. Mettete il guscio di frolla su un piatto da portata e farcite con la crema ottenuta, livellandola per bene con una spatola. 
    12. Lasciatela riposare in frigo per 2 ore per farla rassodare.
    13. Infine cospargete con del cacao amaro setacciato nel colino e granella di nocciole a piacere.

    • Conservate sempre la torta in frigorifero essendo tutti elementi freschi e consumatela entro le 48 ore.
    • Consiglio sempre di usare uova freschissime e biologiche acquistate in giornata quando si tratta di preparazioni dove non è richiesta la cottura dell’uovo, come anche quella del tiramisù per esempio. Io ad esempio mi trovo bene con i brick che trovo nei banchi frigo dei supermercati essendo sempre tuorli e albumi non pastorizzati.
    • Se vi piace un sentore leggermente alcolico potete aggiungere 2 cucchiai del vostro liquore preferito nella fase di aggiunta del mascarpone.
    • Altra interessante variante invece è l’aggiunta, sempre nella medesima fase, di mezza tazzina di caffè a temperatura ambiente della moka (oppure espresso ma molto leggero). Così facendo vi sembrerà per davvero di mangiare una crostata al tiramisù!

    “Un guscio friabile contiene una crema soffice e spumosa
    per un peccato di gola indimenticabile,
    che tanto peccato non è”

    Ci vuole dolcezza
    “cuoricino”
    Magda

    Condividi
    ×