Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CROSTATA CON CREMA ALL’ARANCIA

  • Difficoltà:
  • Quantità: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 90 minuti
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Misura stampo: 22/24 cm

  • In questo periodo dell’anno ho un amore infinito per tutti gli agrumi, mandarini e arance in modo particolare e difatti, come in questo caso, sono sempre molto presenti nelle mie preparazioni autunnali e invernali.

    Questo dolce mi ricorda le cose semplici e i profumi stagionali, quel profumo caldo e accogliente che si diffonde per tutta casa regalando a chi ci entra tanta dolcezza e allegria. Lo stesso colore aranciato  può sprizzare solo gioia pura e la voglia di assaggiarne una fetta sarà irrefrenabile. Il mese di settembre con tutti i suoi rientri lavorativi, scolastici e le mille attività saranno sicuramente più soft con questa crostata di primo mattino, quando le giornate si accorciano e la sveglia suona sempre troppo presto, o alla sera quando ci si rilassa sul divano davanti a un bel film, è assicurato che vi accompagnerà a Morfeo …dolcemente.   

    Stamattina mi sono imbattuta in profumatissime arance, dal colore arancio vivo e da una buccia ruvida e talmente soda che ho subito pensato a questo dolcetto super goloso da preparare e, lo ammetto, rimarrà sempre una delle mie crostate preferite per la sua delicatezza e per il suo inconfondibile aroma.

    La base di questa crostata è una pastafrolla molto friabile al palato, io uso la farina 2 per quasi tutte le crostate che prevedono l’aggiunta di crema perché mi piace sentire la fragranza al morso, quasi biscottata, che si fonde alla morbidezza della crema. Questa farina per me rimane l’ideale per raggiungere tale consistenza, anche il colore sarà più scuro e ricorda il classico biscotto, questo per il tipo di farina, appunto. Ovviamente anche la 00 va benissimo per chi non dovesse averla a disposizione, rimarrà solo più chiara e leggermente più morbida.

    Ho usato uno stampo da 24 cm per ottenere un composto al taglio non troppo alto, se preferite invece avere uno strato più alto di crema consiglio quello da 20 o 22. Parte della cottura sarà in bianco e cioè la pasta frolla verrà rivestita di carta forno (protezione a guscio) e stabilizzata con dei pesi, solitamente con fagioli secchi o riso. Si inforna per 10/15 minuti per poi rimuovere il tutto e farcire con la crema, proseguendo infine con la cottura tradizionale.

    Sembra più difficile a dirsi che a farsi per cui, è giunta l’ora di sperimentare questa slurperia! Buona preparazione, sempre con… DOLCEZZA!

     


    Per la Frolla:

    • 300 gr di farina 2
    • 150 gr di burro freddo
    • 100 gr di zucchero a velo
    • 3 tuorli
    • 1 pizzico di sale

    Per la Crema:

    • 120 gr di zucchero semolato
    • 450 gr di latte fresco intero alta qualità
    • 4 tuorli
    • 40 gr amido di mais o maizena
    • 70 ml di succo di arancia
    • 1 arancia e mezzo: la buccia grattugiata

    1. Prepariamo la frolla: in una ciotola mettere la farina setacciata e al centro il burro freddissimo ridotto a tocchetti. Lavoratela velocemente fino a sabbiarla.
    2. Aggiungete nel centro lo zucchero a velo, i tuorli e il pizzico di sale e appena si compatta mettete il tutto su una spianatoia e finite questa operazione con molta velocità in modo da non scaldare l’impasto, formate un panetto elastico.
    3. Dividete il panetto: 3/4 per la base della frolla e 1/4 per le decorazioni. Avvolgeteli in una pellicola trasparente e riponeteli in frigo per 45-50 minuti.
    4. Nel frattempo prepariamo la crema: con le fruste del mixer oppure con una frusta a mano mescolate i tuorli con lo zucchero finché li avrete bianchi e leggermente spumosi. 
    5. Aggiungete la maizena o l’amido di mais (da setacciare) insieme al succo di arancia precedentemente filtrato ed incorporateli al composto.
    6. Portate a ebollizione  il latte insieme alla buccia grattugiata dell’arancia spegnendo il fuoco appena comincia a bollire. Filtrate il latte caldo con un colino per eliminare la scorza.
    7. In un pentolino mettete il composto precedentemente ottenuto e metà latte caldo lavorando con le fruste.
    8. Portate a ebollizione a fuoco dolce aggiungendo man mano il restante latte e non smettendo mai di mescolare in modo da evitare il formarsi di grumi.
    9. Continuate fino ad ottenere una crema bella densa, trasferitela in una terrina e fatela raffreddare.
    10. Togliete dal frigo solo il panetto grande e lasciatelo riposare 5 minuti prima di stenderlo.
    11. Nel frattempo preriscaldate il forno a 180 gradi statico, cottura superiore e inferiore.
    12. Imburrate ed infarinate lo stampo, stendete una frolla con l’aiuto di un mattarello di circa 5mm di altezza, rivestitela nello stampo e bucherellatela con i rebbi di una forchetta per evitare il gonfiore in cottura. 
    13. Foderatela con carta forno e riempite totalmente di legumi secchi o riso per la cottura in bianco. 
    14. Infornate la frolla per 15 minuti, estraetela ed eliminate carta forno e legumi.
    15. Versate la crema all’arancia  e livellate per bene, uniformemente.
    16. Prendete dal frigo la frolla restante e formate dei decori: formine o anche le classiche strisce. Disponetele sulla superficie della crostata a piacimento. 
    17. Fate cuocere a metà forno sempre a 180 gradi per altri 30 minuti, o comunque fino a quando la frolla sarà dorata.
    18. Fate raffreddare completamente la crostata prima di degustarla.

    • Se la crema dovesse risultare troppo liquida aggiungete un cucchiaino di Maizena, questo a volte succede quando le uova sono di grandi dimensioni. L’importante è ottenere una crema densa ed elastica.
    • Si può aromatizzare la crema a piacimento, con l’aggiunta di un paio di cucchiaini di liquore, con della cannella o anche delle gocce di cioccolato (queste ultime una volta che la crema si sia raffreddata altrimenti si squagliano).
    • Se la crema dovesse impazzire formando dei grumi (ma non dovrebbe succedere se tenete sempre la fiamma bassa e non smettendo mai di girare) rimediate frullandola con il minipimmer, vedrete che riuscirete a recuperarla.
    • Questo dolce si conserva per 18 ore a temperatura ambiente in luogo fresco sotto una campana di vetro. Passate le 18 ore riporla in frigo per al massimo altre 36 ore in quanto la crema tenderà a diventare acida. In questo caso coprirla per bene con una pellicola trasparente. Vi garantisco però che non durerà così a lungo, anzi, direi impossibile fermarsi ad una sola fetta! 

    “Il profumo agrumato inconfondibile,
    il sapore che scalderà “

    Ci vuole dolcezza
    “cuoricino”
    Magda

    Condividi
    ×