Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CORNFLAKES-CAKE ALLA NAMELAKA DI PISTACCHIO E LAMPONI

  • Difficoltà:
  • Quantità: 8 persone
  • Tempo di preparazione: 45 minuti + 12 ore di riposo della crema
  • Tempo di cottura: ---
  • Misura stampo: 22 cm

  • Forse forse la primavera è arrivata e con lei anche la voglia sì di freschezza ma sempre con la nota golosa che ci possa ben appagare. E questa meravigliosa torta che vi propongo oggi soddisfa in pieno tutto ciò.

    La croccantezza di una base fredda creata con dei cornflakes e dei biscotti secchi che incontra la crema Namelaka al pistacchio. Questa crema è davvero uno spettacolo nel vero senso della parola, credo sia la più vellutata in assoluto e regala davvero magia una volta assaggiata. Non è complicata da fare, necessita solamente di attenzione e precisione durante i vari passaggi. Va posta poi in frigorifero e fatta riposare per almeno 12 ore, questo per darle il tempo di solidificarsi al punto giusto in quanto una volta preparata risulta allo stato liquido. L’attesa vale la pena, ve lo garantisco.

    La potete usare tra l’altro per svariate ricette. In questo caso io non l’ho montata, l’ho semplicemente messa in sac-a-poche e creato la decorazione. In questo caso la crema è molto lucida e cremosa (la mia versione preferita). Potete invece montarla e in questo caso risulterà più opaca e pannosa. Infine potete utilizzarla a diretto contattociò vuol dire che allo stato liquido la versate direttamente nel guscio di frolla cotto precedentemente in bianco e la lasciate solidificare in frigorifero sempre per almeno 12 ore, procedendo poi ai decori in superficie.

    La sua delicatezza, freschezza, morbidezza e bontà sono certa che vi stupirà tantissimo! Io per dare il tocco di colore in più ho utilizzato anche la confettura di lampone e dei lamponi disidratati come decoro, che tra l’altro uniti al pistacchio sono davvero eccezionali. Potete ovviamente utilizzare ciò che preferite e in base al vostro personale gusto.

    Non spaventatevi, è davvero più difficile a parole che nei fatti! Seguitemi passo per passo e avrete un dessert favoloso da servire la domenica pomeriggio ai vostri ospiti!

    Buonissima preparazione con tanta… DOLCEZZA!


    PER LA BASE:

    • 200 gr di cornflakes al grano saraceno (oppure integrali)
    • 100 gr di biscotti secchi (io Digestive)
    • 40 gr di zucchero bianco semolato
    • 120 gr di burro

    PER LA NAMELAKA:

    • 160 gr di cioccolato bianco di alta qualità
    • 80 gr di pasta di pistacchio
    • 100 ml di latte intero fresco
    • 220 gr di panna fresca fredda
    • 5 gr di gelatina in fogli

    INOLTRE:

    • marmellata di lamponi q.b.
    • lamponi disidratati q.b.
    • granella di pistacchi q.b.

    1. Per prima cosa preparate la Namelaka in quanto deve riposare in frigo per almeno 12 ore, vi consiglio di farla la sera per averla pronta la mattina successiva. Mettete in ammollo in acqua fredda il vostro foglio di gelatina per 10 minuti per farlo ammorbidire. 
    2. Tagliate in piccoli pezzi il cioccolato bianco e fatelo sciogliere a bagnomaria insieme alla pasta di pistacchio. Spostatelo dal fuoco ma tenete il composto al caldo sopra il pentolino.  dell’acqua. 
    3. Fate scaldare il latte insieme alla gelatina ben strizzata e fatela sciogliere. Quando il composto sarà caldo (ma non deve bollire) toglietelo dal fuoco. 
    4. Trasferite in una boule capiente il cioccolato e pistacchio sciolti e unite il latte in tre volte mescolando molto bene tra una fase e l’altra con la frusta a mano per non creare grumi. Man mano diventerà sempre più liquida. 
    5. A questo punto unite tutta in una volta la panna freddissima di frigorifero e miscelate molto bene con un frullatore ad immersione cercando di incorporare meno aria possibile fino ad ottenere la crema finale. 
    6. Trasferite la Namelaka in un contenitore basso e capiente e copritela con pellicola trasparente a contatto. Trasferitela in frigorifero per 2 ore. 
    7. Preparate la base fretta, in un mixer tritate grossolanamente i cereali e i biscotti. Aggiungete e girate lo zucchero ed infine unite il burro fuso mescolandolo con una spatola. 
    8. Disponetelo e compattatelo nella vostra tortiera con fondo removibile e fatelo riposare in frigorifero per un’ora. 
    9. Passate le ore minime di riposo della crema Namelaka potete comporre il dolce: spalmate un velo di marmellata sulla base della torta. Inserite la Namelaka nella sac-a-poche e praticate un piccolo taglio sulla punta. Ricoprite l’intera torta con la crema a ciuffetti rimanendo staccati un po’ dal bordo. Infine decoratela con granella di pistacchi e lamponi semicanditi. 

    • Conservate la torta in frigorifero e consumatela entro 4 giorni.
    • Toglietela dal frigorifero 15 minuti prima di servirla.
    • Non lasciatela troppo fuori frigo altrimenti la Namelaka perde la sua cremosità.


    “La base croccante e senza cottura unita
    alla crema più vellutata che esiste

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi

    ALTRE DELIZIE

    ×