Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CIAMBELLA DI PANDORO E CAFFE’ CON CIOCCOLATO E MELE CANDITE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 10 persone
  • Tempo di preparazione: 40 minuti
  • Tempo di cottura: 50 minuti
  • Misura stampo: 24 cm

  • Quanti di voi in casa hanno ancora pandori e panettoni? A me quest’anno ne hanno regalati più del solito, soprattutto di pandori che non ne vado super matta a differenza del cugino panettone. Partendo subito dopo Natale per la vacanza per di più la cosa non è stata d’aiuto per lo smaltimento.

    Ci ho fatto già di tutto, dal tiramisù al dolce al cucchiaio, alle palline di pandoro ecc. E pure questa golosissima ciambella, il pandoro va nell’impasto e il gusto finale è una meraviglia. Io l’ho arricchita anche con del cioccolato e della mela candita e il profumo che emanava in cottura era davvero super speciale. Completa il tutto l’aroma fantastico del caffè.

    Una torta per la colazione ghiottissima, grandi e piccini ne andranno matti e il pandoro trova la sua giusta collocazione senza il rischio di essere cestinato.

    Buonissima preparazione amici miei, è veloce e la resa altissima, parola mia! Tutto con tanta… DOLCEZZA!!!


    • 300 gr farina 00
    • 300 gr pandoro
    • 140 gr zucchero bianco semolato fine
    • 100 gr di olio di semi di girasole
    • 130 gr di latte fresco intero
    • 70 gr di caffè espresso
    • 2 uova di media grandezza
    • 1 bustina di lievito per dolci
    • 1 bustina di semi vaniglia in polvere
    • 100 gr di gocce di cioccolato fondente
    • 70 gr di mele candite a cubetti.

     

     


    1. Tutti gli ingredienti sia caldi che freddi devono essere portati a temperatura ambiente. 
    2. Riducete in piccoli pezzettini il pandoro e setacciate farina e lievito. 
    3. Nella planetaria inserite lo zucchero, la vaniglia e le uova e fate montare la frusta per qualche minuto fino a che il composto risulta spumoso. Aggiungete poi a filo l’olio, seguito dal latte ed infine il caffè. 
    4. Incorporate infine la farina e il lievito a cucchiaiate grandi. Il composto risulterà liscio e setoso, né liquido ma nemmeno corposo. 
    5. Togliete il boccale dalla planetaria e inserite il pandoro girandolo con una spatola a mano. Proseguite con il cioccolato e le mele candite mescolando sempre delicatamente. 
    6. Imburrate ed infarinate lo stampo a ciambella e versate l’impasto che sarà molto sodo. Con l’aiuto di un cucchiaio livellatelo omogeneamente. 
    7. Cuocete la ciambella in forno statico preriscaldato per 50 minuti, ponete lo stampo nella parte inferiore del forno. Avvaletevi sempre della prova stecchino.

    • Conservate la ciambella sotto una cupola di vetro
    • La ciambella è da consumare nel giro di 5-6 giorni
    • Potete utilizzare anche panettoni, veneziane ecc.


    “Una ciambella golosissima e
    di recupero che vi conquisterà

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi

    ALTRE DELIZIE

    ×