Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CHIFFON CAKE ALL’ARANCIA E GOCCE DI FONDENTE

  • Difficoltà:
  • Quantità: 12 e + persone
  • Tempo di preparazione: 40 minuti
  • Tempo di cottura: 55 minuti
  • Misura stampo: 26 cm

  • La consistenza della Chiffon Cake è qualcosa di unico, anche difficile da spiegare. Certo è sicuro che è pazzesca, più di una ciambella a mio avviso. Se la stingi con le dita è quasi spugnosa per poi ritornare allo stato iniziale quando lasci la stretta. Una lievitazione perfetta che la rende leggera come una nuvola, perfetta al taglio, morbidissima e la migliore da inzuppare nel latte caldo per chi ama questa fantastica goloseria mattutina che io tanto adoro fin da piccina.

    Per non parlare di quanto ci si può sbizzarrire a decorarne la superficie, lì la fantasia vola proprio a mille a seconda anche della stagionalità! Arricchirla con tutti i frutti rossi in piena estate è qualcosa di visivamente magico per esempio. Per non parlare deli mesi autunnali e invernali che si stanno avvicinando, con tutti quei colori caldi e avvolgenti… tavolozze di colore e gusto che l’arricchiscono e la rendono affascinante e raffinata.

    Quella che vi presento oggi è in assoluto la mia preferita perché riesce a racchiudere un profumo di arancia senza uguali, molto accentuato per chi la ama. Anche solo durante la cottura sarete invasi dal profumo di questo agrume per tutta casa. Mi mancavano le arance nei dolci, davvero tanto, in quanto sono i miei frutti preferiti per le preparazioni insieme alle mele.

    L’ho replicata almeno una ventina di volte ma mai scritta per il blog, e mi sono chiesta difatti quale parte del mio cervello è stato così tarato da dimenticarsene. Per cui in onore vostro questa volta l’ho voluta glassare di cioccolato fondente e arricchire con scorze di arancia e wafer. Se non ne avete il tempo come molto spesso è successo anche a me procedete con una spolverata di zucchero a velo ed è più che sufficiente perché la vera bontà sta nel suo interno profumato e soffice.


    PER L’IMPASTO:

    • 300 gr di farina 00
    • 300 gr di zucchero bianco finissimo
    • 100 gr di latte fresco intero di alta qualità
    • 100 gr di succo di arancia filtrato
    • 120 gr di olio di semi di girasole
    • 6 uova di grandi dimensioni (oppure sei di quelle medie)
    • 2 arance BIO la scorza grattugiata
    • 16 gr di lievito
    • 8 gr di cremor tartaro
    • 2 gr di sale fino
    • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
    • 100 gr di gocce di cioccolato fondente

    PER LA GANACHE:

    • 200 gr di cioccolato fondente al 70%
    • 150 gr di panna liquida fresca

    DECORI:

    • Wafer al cioccolato fondente q.b.
    • Scorzette di arancia q.b.

    1. Per prima cosa occupatevi delle arance, lavatele e asciugatele molto bene. Grattatene la scorza e ricavate la quantità di succo necessario, filtratelo a colino. 
    2. Dividete molto bene i tuorli dagli albumi, in questi ultimi non ci deve essere traccia alcuna di tuorlo. Setacciate la farina insieme al lievito e mischiateli insieme. 
    3. Montate i tuorli con lo zucchero per 8 minuti con la planetaria alla massima velocità. Fermate la macchina, aggiungete la scorza dell’arancia, il sale e l’estratto di vaniglia e proseguite per altri 3 minuti. Il composto deve risultare areato, chiaro e spumoso. 
    4. Proseguite con i liquidi, tutti a filo in questo ordine e a media velocità: prima l’olio, poi il latte ed infine il succo di arancia. 
    5. Inserite la farina e il lievito a cucchiaiate, mai tutta in una volta. risulterà un composto mediamente compatto, né sodo ma nemmeno liquido. Liscio e senza grumi. 
    6. Montate a neve fermissima gli albumi con anche delle fruste elettriche alla massima velocità (altrimenti lavate benissimo le fruste della planetaria e rendetele ben fredde con l’acqua. A metà montatura, più meno quando diventano bianchi e morbidi, aggiungete tutto il cremor tartaro e completatene la montatura fino a che saranno ben sodi, non devono scendere dalla ciotola se la capovolgete a testa in giù.
    7. Trasferite gli albumi montati nella massa e uniteli a essa con una spatola, compiendo movimenti meccanici dal basso verso l’altro fino a quando non saranno totalmente assorbiti. Questo permette di non smontare il composto e averlo spumoso come se fosse panna montata. Cosa che conferirà la sua rinomata sofficità e leggerezza.
    8. Inserite infine le gocce di cioccolato fondente e giratele nell’impasto con i medesimi movimenti dal basso verso l’alto. A piacimento aggiungetene qualcuna in più sulla superficie.
    9. Cuocete la Chiffon Cake in forno statico e preriscaldato nella parte più in basso a 160° per 55 minuti, avvaletevi sempre della prova stecchino.
    10. Sfornatelo da caldo e capovolgete lo stampo poggiandolo i piedini su di un largo piatto, in questo modo il dolce prende aria e si staccherà da solo mentre si raffredda. Una volta che la Chiffon Cake cade sul piatto staccate la parte superiore dello stampo aiutandovi con un coltellino. 
    11. Preparate la ganache: fate scaldare la panna a fuoco moderato e quando avrà sfiorato il bollore toglietela dal fuoco e inserite in una sola volta il cioccolato precedentemente fatto in piccoli pezzi. Girate molto bene con una frusta fino a completo scioglimento, non ci devono essere grumi. 
    12. Fatela intiepidire girandola di tanto in tanto e nel frattempo affettate le vostre scorze di arancia (io le compro sul Sito Web: Shop Piemonte, prodotti di alta qualità e cura delle materie prime e della loro lavorazione). 
    13. Versate la ganache sulla ciambella e con una spatola da pasticcere livellate tutti i bordi per non lasciare spazi di torta visibile. Decorate la superficie a piacimento. 

    • Precisamente lo stampo da Chiffon Cake ha un fondo di 22cm, 26 in superficie e 10 di altezza. Per questa preparazione questo stampo è fondamentale essendo proprio la sua caratteristica. Se proprio non lo avete utilizzatene uno da ciambella da 26 cm ma con bordo alto in quanto lieviterà davvero tanto.
    • Potete lasciarla senza glassatura particolare, anche solo con una spolverata di zucchero a velo è una vera favola.
    • Conservatela coperta da una cupola di vetro e consumatela entro 4 giorni.


    “La Chiffon Cake che più amo, sprigiona un profumo di arancia unico.

    Una sofficità senza uguali”

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×