Mi presento.
Mi chiamo Magda e sono una ragazza con la la passione per la cucina, in modo particolare per i dolci in tutte le loro forme.
Sono una moglie e mamma di due splendidi bambini di 8 e 3 anni che adoro e ai quali ho dedicato tutta me stessa in questi anni.
Abbiamo vissuto per sei anni nella città di Lecco e nel 2016 ci siamo trasferiti in piena Brianza, in un piccolo paese vicino al fiume Adda. Uno dei miei sogni più grandi finalmente realizzato, la mia casina progettata e arredata nei minimi dettagli, con un bellissimo giardino, grandi vetrate e una cucina meravigliosa e su misura per la mia passione più grande.
Avendo ora del tempo in più da dedicare a me stessa ho voluto intraprendere questo progetto e aprire il mio blog per condividere ricette di ogni tipo con voi.
Il nome “Dolcemente con Magda” nasce dalla mia convinzione che con dolcezza qualsiasi cosa diventa migliore e in modo particolare cucinare con dolcezza rende tutto più buono e più appagante.
Quando cucino lo faccio sempre pensando a qualcuno, a fare qualcosa che lo renderà felice e soddisfatto, alla curiosità che avranno ad assaggiare e scoprire sempre qualcosa di nuovo.
Gli occhietti che ridono dei miei bimbi davanti alla loro ciambella al cioccolato al rientro da scuola è qualcosa di indescrivibile.
La frase che più mi rappresenta è senza dubbio questa:
“Si cucina sempre pensando a qualcuno altrimenti stai solo preparando da mangiare”

…. con dolcezza
Magda

R I C E T T A R I O


CANTUCCI SENZA BURRO

  • Difficoltà:
  • Quantità: 45 biscotti circa
  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 30 minuti + 50 minuti per la biscottatura
  • Misura stampo: ---

  • Ed ecco i Cantucci, un biscotto che amo tanto perché molto biscottato e secco che adoro sgranocchiare e che sprigiona la bontà della frutta secca e del cioccolato.
    Quel biscotto che comincio a fare in questo periodo e che rifaccio fin dopo l’Epifania proprio perché un grande classico delle feste Natalizie che non manca mai nei pranzi e nei cenoni del Santo Natale.

    Tipico della regione Toscana, i Cantucci vengono serviti a fine pasto accompagnati dal Vin Santo e ormai tutte le regioni d’Italia seguono la stessa tradizione, ricordo con tenerezza mio nonno che a ogni fine pranzo si mangiava due fichi secchi seguiti da qualche cantuccio inzuppato, appunto, in questo vino dolce. Un rito che aveva davvero tutti i giorni durante questo periodo autunnale che apre le porte piano piano all’inverno.

    Un biscotto rustico, croccante e dal gusto deciso e di spessore che non richiede grande lavorazione ma solo un po’ di attesa. Visto la frequenza con cui li preparo (anche perché finiscono in men che non si dica) ho provato a sperimentare la variante senza burro per averli più leggeri, aggiungendo di poco il grado di zucchero.
    Devo dire che sono più che soddisfatta anche e soprattutto per l’uguale fragranza che mantengono. Ho aggiunto il cioccolato ed è stato quel tocco in più che li ha resi super golosi, io li inzuppo anche nel latte e caffè al mattino a colazione e devo ammettere che sono di una bontà infinita!

    Vi consiglio caldamente di provarli, non ne potrete più fare a meno! Buonissima preparazione con… DOLCEZZA!

     


    • 300 gr di farina 00
    • 250 gr di zucchero bianco finissimo
    • 2 uova intere (temperatura ambiente)
    • mezzo cucchiaino di lievito
    • 1 pizzico di sale
    • la punta di un cucchiaino di bicarbonato
    • 1 arancia media la scorza
    • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
    • 100 gr di cioccolato fondente
    • 60 gr di mandorle sgusciate ma non pelate
    • 50 gr di pinoli

    1. Tagliate a pezzetti grossolani mandorle e cioccolato. Metteteli da parte per quando serviranno. 
    2. Inserite nella ciotola della planetaria tutti gli ingredienti tranne mandorle, pinoli e cioccolato. Fate lavorare la foglia fino a quando tutti gli ingredienti vengono incorporati perfettamente tra di loro. Otterrete un composto compatto e leggermente appiccicoso, se si attacca troppo alle dita e non riuscite ad estrarlo dalla ciotola dovrete aggiungere un cucchiaio di farina e si aggiusterà. Potete lavorarlo anche energicamente a mano.
    3. Ponete l’impasto su una spianatoia infarinata e appiattitelo leggermente con la punta delle dita. Nel centro versate mandorle, pinoli e cioccolato e incorporateli insieme all’impasto lavorando il tutto velocemente con le mani. 
    4. Create due filoncini di uguali dimensioni e poneteli su una teglia rivestita da carta forno. 
    5. Cuoceteli in forno statico a 170° per 30 minuti, dovranno risultare belli dorati in superficie. Toglieteli dal forno e fateli raffreddare completamente. 
    6. Con un coltello seghettato tagliate il biscotto con la classica forma del cantuccio, diagonalmente. 
    7. Disponete i cantucci semicotti su una teglia rivestita di carta forno e lasciateli seccare in forno statico a 110° per 50 minuti ponendoli a metà forno esatto. 
    8. Lasciateli riposare fino a che raffreddano completamente lasciandoli sulla teglia. Riponeteli in una biscottiera solo quando sono freddi. 

    • Conservate i cantucci in una scatola di latta, in sacchetti ben chiusi o nei contenitori ermetici.
    • Si conservano perfettamente anche fino a 3 mesi.
    • Una bellissima idea è quella di regalarli a Natale confezionati nei sacchettini natalizi.

    “Il biscotto fragrante e goloso
    che ci avvicina al Natale con dolcezza”

    Ci vuole dolcezza

    Magda

    Condividi
    ×